giovedì , 13 maggio 2021
Ultime News
Home » Archivio per il tag: spettacoli (pagina 3)

Archivio per il tag: spettacoli

Schermi di piombo. Il terrorismo italiano rappresentato dal cinema

Proponiamo per la città di Milano una rassegna di film ispirata al saggio di Christian Uva Schermi di piombo (Rubbettino 2007) e all’omonima rassegna romana della primavera 2008, curata da Toffetti, Monetti e Pallanch (si veda programma in allegato), organizzata per nuclei tematici rilevanti (a ciascuno sarà dedicato un incontro d’approfondimento contestualmente alle proiezioni) e privilegiando pellicole e temi più ... Continua a leggere »

Schermi di piombo n.2 Rassegna cinematografica – Il terrorismo rosso

Guido che sfidò le brigate rosse, 2007 di Giuseppe Ferrara (in anteprima a Milano) Lavora re con lentezza, 2004 di Guido Chiesa La piazza delle cinque lune, 2003 di Renzo Martinelli L’anno del terrore, 1991 di John Frankenheimer Buongiorno, notte, 2003 di Marco Bellocchio Colpire al cuore, 1982 di Gianni Amelio Segreti segreti, 1984 di Giuseppe Bertolucci Una fredda mattina ... Continua a leggere »

«Gli anni spezzati» L’occasione perduta

Più che «anni spezzati», un’occasione perduta! Si sa che la fiction televisiva ha un particolare valore sociale e culturale: raggiunge un pubblico potenzialmente molto ampio e contribuisce a scrivere e riscrivere la memoria. Nel narrare fatti reali, del passato del nostro Paese, può mettere a contatto le giovani generazioni — che qui fatti non hanno vissuto — con l’origine del loro ... Continua a leggere »

Se la fiction diventa il culto del peggio

Ha ragione Marco Giusti quando sostiene che «peggio del cinema in Italia c’è solo la fiction». Basta seguire la programmazione di questi giorni, Rai e Mediaset, per accorgersi che siamo di fronte a una produzione di routine, priva di ambizioni, attenta a un pubblico tanto più vasto quanto più rassegnato. Nessuno vuole negare alla cultura popolare la dignità di cultura (è ... Continua a leggere »

Applauso dei parenti delle vittime al film sulla strage

Milano — Sala gremita ieri sera al cinema Odeon di Milano per l’anteprima del film «Romanzo di una strage» che ricostruisce la bomba di Piazza Fontana e le morti dell’anarchico Pinelli e del commissario Calabresi. E alla fine applausi convinti e prolungati per l’opera del regista Marco Tullio Giordana. Il primo ringraziamento, ed è forse quello più atteso di tutti, arriva da ... Continua a leggere »

L’anarchico e il commissario I due protagonisti tra i poteri oscuri

Per una volta il titolo è davvero essenziale: Romanzo di una strage non confonde le carte in tavola, non depista Quello che successe in Italia tra il 1969 e il 1972, dall’uccisione dell’agente Antonio Annarumma (19 novembre 1969) a quella del commissario Luigi Calabresi (17 maggio 197), è veramente «materia romanzesca» tanto è complessa e ramificata. E gli sceneggiatori del film ... Continua a leggere »

«Calabresi nel nostro film descritto come un eroe»

Milano — «Si tratta di un film, e come tale va giudicato; che e persone sono colpite nella vita familiare dall’accaduto non si riconoscano i un racconto metaforico è del tutto comprensibile», Questa sera a Milano verrà presentato in anteprima Romanzo di una strage, il film che il regista Marco Tullio Giordana ha dedicato alla bomba di piazza Fontana, ferita mai rimarginata ... Continua a leggere »

«Nel film su Piazza Fontana sparita la campagna contro papà»

Lo si indovina all’inizio del film, nei giorni della strage, quando è nella pancia di sua mamma E alla fine, alla vigilia dell’assassinio di suo padre, quando è un bambino di due anni. Oggi Mario Calabresi, primogenito di Luigi Calabresi e di Gemma Capra, ha 42 anni e dirige la Stampa. Ha scritto la sua storia in un libro, Spingendo ... Continua a leggere »

Piazza Fontana, primo set «Così rivivono gli anni 70»

MILANO — Tra pochi giorni, la notte del 13 maggio, piazza Fontana a Milano sarà di nuovo squassata dalle bombe, dal terrore, come se fosse il nebbioso pomeriggio di quel 12 dicembre 1969. Il milanese Marco Tullio Giordana, allora 17enne liceale del Berchet, inizia qui a girare, dopo una lunga preparazione, il film su quella strage che ha segnato un’epoca chiamandolo ... Continua a leggere »

Il nemico da uccidere era anche mio padre

Sono andato a vedere La Prima Linea, il film di cui «tutti parlano e nessuno ancora ha visto». È uscito ieri nelle sale e tutti adesso lo potranno giudicare. Il mio non può essere un giudizio obiettivo: Sergio Sergio, il protagonista del film interpretato da Riccardo Scamarcio, il 19 marzo 1980 uccise mio papà, il giudice Guido Galli. Io avevo dodici anni. ... Continua a leggere »