martedì , 15 giugno 2021
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vari » Il dirigente ferito nel ’77 chiama la piazza

Il dirigente ferito nel ’77 chiama la piazza

Roma — C’è grande preoccupazione, ma anche smarrimento, tra tutte le forze politiche per il ritorno di formazioni terroristiche che sparano ai «simboli della crisi» e rivendicano gli attentati annunciando nuove azioni armate. Come negli anni Settanta. E proprio alla mobilitazione democratica che fece muro contro il terrore degli anni di piombo ha fatto riferimento il presidente della Camera invocando «il massimo della concordia nazionale e il massimo della mobilitazione per esprimere sdegno e condanna». A questo punto, ha aggiunto Gianfranco Fini, «c’è la possibilità di qualche rigurgito eversivo e per questo serve il massimo di responsabilità da parte di tutti, senza distinzioni politiche, e il massimo della vigilanza e , se necessario, della repressione da parte dello Stato». Il livello di guardia è alto e… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto