venerdì , 24 novembre 2017
Ultime News

Silva Carlo



…AGENTE DI COMMERCIO


IL FIGLIO PAOLO


Questo sito non ha scopo di lucro.
Nulla e’ dovuto per la consultazione ed il prelevamento di documentazione.
Se questo sito vi sarà stato utile siete invitati esclusivamente a citare la fonte.

Biografia Raccontata dai figli Giorgio e Paolo

Era nato nel 1898 per affrontare con entusiasmo il nuovo secolo con tutte le speranze di un giovane.

Speranze duramente tradite dal primo conflitto mondiale che lo vide fatto prigioniero nella tragica rotta di Caporetto e deportato in un lugubre campo di prigionia tedesco.

Alla fine del conflitto potè rientrare in Italia dove avviò, sia pure con sacrificio, la sua fattiva e proficua attività. Ma ancora una volta la vita gli ha riservato le difficoltà e le brutture del secondo conflitto mondiale.

Superata anche questa terribile esperienza continuò, da instancabile lavoratore, la sua attività, rivelandosi, nel contempo, un ottimo padre di famiglia e un onesto e integerrimo cittadino.

Ma ancora una volta la sua vita è stata toccata e vigliaccamente stroncata dal vile attentato di piazza Fontana, subito coperto dalla vergognosa omertà di chi sapeva e non ha voluto rendere omaggio a chi, come nostro padre, fu martoriato e ucciso, inerme, da quella ignobile azione.

Papà, da tempo in pensione – ex agente di commercio di lubrificanti per il settore agricolo – quasi tutti i venerdì si recava alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana dove si svolgeva il mercato-incontro degli agricoltori della Lombardia, molti dei quali clienti ed amici, e con una parte di questi perse la vita.

La bomba era stata collocata in una borsa sotto il tavolo centrale della banca vicino a dove lui si era seduto.

Quel giorno dopo lunghe ricerche negli ospedali, senza esito, dopo aver chiesto direttamente sul luogo della strage, vedendo quello che era accaduto, mi sono recato alla questura centrale dove ho incontrato mio fratello Giorgio anche lui coinvolto nelle medesime angoscianti ricerche.

In tarda serata siamo stati accompagnati all’obitorio per l’eventuale riconoscimento; abbiamo purtroppo riconosciuto, in quel cadavere dilaniato e mutilato, nostro padre Carlo.

Per anni quella “visione” ha accompagnato e segnato la nostra vita.

Clicca qui per tornare alla pagina precedente

oppure leggi le altre biografie delle vittime della STRAGE DI PIAZZA FONTANA:
ARNOLDI Giovanni
DENDENA Pietro
GARAVAGLIA Carlo
MOCCHI Vittorio
PAPETTI Gerolamo
SANGALLI Oreste
SCAGLIA Angelo
SILVA Carlo
PINELLI Giuseppe

Inserisci un commento