martedì , 23 luglio 2019
Ultime News
Home » Notizie » Cerimonie ed anniversari » [Video] 9 maggio 2019 – Giornata della memoria vittime del terrorismo

[Video] 9 maggio 2019 – Giornata della memoria vittime del terrorismo

oggi 9 maggio  in occasione della celebrazione alla Camera dei deputati della Giornata della memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice é stato premiato  il filmato realizzato degli studenti del liceo Virgilio di Milano, frutto anche della collaborazione con la nostra Associazione AIVITER .
Particolarmente apprezzato l’intervento della studentessa  che ha illustrato anche il senso  del lavoro svolto ,  l’importanza di tale percorso nella crescita della coscienza civile.
Siamo particolarmente orgogliosi di quanto abbiamo seminato con la collaborazione di Danilo della Mura che ha seguito le riprese e la redazione dei testi dei filmati.]
Anche a Milano, a Palazzo Marino,  si é svolta la consueta cerimonia di memoria che ha visto, anche qui, la presenza numerosa di studenti in rappresentanza delle realtà scolastiche locali che hanno  realizzato- così come era avvenuto per la prima volta l’anno scorso con gli Istituti superiori Virgilio e Varalli di Milano- percorsi di memoria con filmati dedicati ad alcune delle vittime  di quei terribili anni.
 Il Liceo scientifico Einstein con un video sulla figura del giudice Emilio Alessandrini, il Liceo Marie Curie di Meda – vincitore anche del bando Miur- sulle vittime di Piazza Fontana, l’Istituto C.Porta sulla figura Andrea Campagna, il liceo Allende  ha ricordato la figura di  Giuseppe Saporito e  l’ISS Maserati di Voghera quella di Luigi Marangoni.
Anche gli alunni della scuola primaria di via Colletta, frequentata dal figlio di Emilio Alessandrini, hanno realizzato un loro  importante filmato  che dimostra come , anche se ancora così giovani, già sono stati in grado di  apprendere ed elaborare, restituendo anche delle proprie considerazioni, l’atrocità di quel gesto che ha, in un istante, sottratto ad un loro coetaneo  la figura del padre.
Anche in questa occasione  gli interventi svolti dagli studenti, che hanno brevemente commentato il loro lavoro, hanno dimostrato come abbiano raggiunto  una   già matura percezione  dell’atrocità ed insensatezza di quegli anni, colmando , ameno in parte, quel “vuoto di memoria ” che troppo spesso accompagna la crescita delle nuove generazioni e che é stato oggetto anche dello studio ” Ferita nella memoria e benessere sociale:effetti intergenerazionali degli Anni di Piombo” , illustrato dal professore di psicologia sociale dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano,  Camillo Regàlia.