martedì , 31 marzo 2020
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vittime » “Una strada o una piazza per l’ultimo ucciso dalle Br”

“Una strada o una piazza per l’ultimo ucciso dalle Br”

Raffaele ha gli occhi lucidi: «Che c’è di male – si chiede se ancora oggi mi commuovo?». Già, che c’è di male? Stringe tra le mani la foto di suo fratello Seby, Giovane palermitano del quartiere dell’Arenella, emigrato a 6 anni a Moncalieri, borgata Santa Maria, via Saluzzo, casermoni Anni 50 in mattoni rossi. «Da quando me l’hanno ucciso sono passati quasi trent’anni e ancora nessuno gli ha intitolato una via, una strada, una piazza», racconta il fratello. Sebastiano D’Alleo, guardia giurata della Mondialpol, fu ammazzato a 26 anni da un commando delle Brigate Rosse nella tragica rapina al Banco di Napoli di via Domodossola. Era il 21 ottobre del 1982, Patrizio Peci aveva iniziato  a collaborare con i magistrati, le colonne del movimento finivano in carcere una dopo l’altra. Gli…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto