mercoledì , 3 marzo 2021
Ultime News
Home » Archivio per il tag: Neoterrorismo e No Tav (pagina 3)

Archivio per il tag: Neoterrorismo e No Tav

Quei terroristi con i nomi di Disney la «Federazione» e 9 anni di attentati

Alla riunione di condominio della Federazione anarchica informale i più arrabbiati erano i nipoti di Paperino. Qui, che rappresentava la celebre Cooperativa Artigiana fuochi e affini, di area bolognese, ce l’aveva con tutti perché«ormai siamo al palo». Quo, espressione della Brigata 20 luglio, sigla usata per gli attentati genovesi, faceva la voce grossa, anche perché era il padrone di casa. «Io ... Continua a leggere »

Il linguaggio da Br e la nuova strategia «Con piacere abbiamo preso le armi»

«Se fossimo stati realisti non avremmo armato le nostre mani. Se fossimo stati realisti non affronteremmo tanti rischi, vivremmo le nostre esigenze producendo e consumando, magari indignandoci». È inutile discettare sulle prospettive concrete della lotta armata in Italia negli anni Duemila inoltrati, sul passato che ritorna e un futuro rivoluzionario che — realisticamente, per l’appunto — è destinato a esaurirsi in qualche illusoria ... Continua a leggere »

Il dirigente ferito nel ’77 chiama la piazza

Roma — C’è grande preoccupazione, ma anche smarrimento, tra tutte le forze politiche per il ritorno di formazioni terroristiche che sparano ai «simboli della crisi» e rivendicano gli attentati annunciando nuove azioni armate. Come negli anni Settanta. E proprio alla mobilitazione democratica che fece muro contro il terrore degli anni di piombo ha fatto riferimento il presidente della Camera invocando «il massimo della ... Continua a leggere »

Il Viminale e gli obiettivi a rischio anche i soldati per la vigilanza

Roma — Adesso il pericolo è il salto di qualità ulteriore, la «campagna» che punta ad altri obiettivi diventando così difficile da affrontare e prevenire. E allora al Viminale si rimodula il piano di protezione di uffici e personalità, non escludendo la possibilità di utilizzare anche i soldati. Si sceglie una nuova linea che preveda le cosiddette vigilanze dinamiche con ronde nelle ... Continua a leggere »

Genova, si indaga per terrorismo un superstite ha visto chi ha sparato

Genova — Il sorprendente silenzio degli attentatori è a suo modo un messaggio, che rende la sfida criminale ancora più complicata. Chi ha gambizzato il manager dell’Ansaldo? Ieri la procura di Genova ha aggiunto al fascicolo per lesioni, aperto subito dopo il ferimento di Roberto Adinolfi, un’aggravante che è una risposta: «finalità terroristiche». Si indaga ufficialmente sull’arcipelago brigatista, perché la tecnica e ... Continua a leggere »

La rivendicazione mancata e quella fuga piena di rischi le anomalie dell’attentato

Roma — A quarantotto ore dall’agguato, la notizia è quello che innanzitutto ancora manca in questa storia. Una rivendicazione . Che la logica e il “format” cui ha abituato la storia della violenza politica in questo Paese volevano dovesse arrivare in un tempo ragionevole. E che ora ragionevole comincia a non esserlo più. «Ogni ora che passa— ragiona una fonte qualificata della ... Continua a leggere »

Il rischio di sottovalutare un allarme

C’è una certa sottovalutazione dell’attentato all’amministratore delegato dell’Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi. La notizia è spesso regalata in seconda o terza fila. Sbaglieremo, ma ci pare non sia stata colta la gravità dell’accaduto. Forse un primo motivo di questa, chiamiamola così, scarsa attenzione, sta nel fatto che l’attentato non ha avuto gravi conseguenze. Adinolfi è stato ferito solo di striscio. E ... Continua a leggere »

Ora il Viminale teme altri attentati «Scorte da rivedere»

Roma —  Le parole del ministro Anna Maria Cancellieri, che a metà pomeriggio «esclude la pista personale», danno il senso di una giornata che al Viminale che la minaccia terroristica sia ormai ritornata realtà. Perché nonostante l’assenza di una rivendicazione e il fatto che la dinamica dell’agguato lasci analisti accreditano subito l’ipotesi eversiva. E si spingono sino a dire che a ... Continua a leggere »

Quelle frasi del terrorista dalla cella «Il momento è buono per agire»

«Genova ferito alle gambe dirigente Ansaldo». Era un titolo che ricorreva nei notiziari di trentacinque anni fa, è un titolo di ieri. Allora erano le Brigate rosse, ieri non si sa. Allora si sparava quasi ogni giorno e non era difficile individuare la ragione dei proiettili, bisognava solo mettere le mani su chi faceva fuoco; oggi quei colpi di pistola ... Continua a leggere »

Spari al manager. «Come le Br» Un gruppo minacciò: colpiremo

Genova — Tre colpi di pistola e un uomo che case in ginocchio, per strada. Sono le otto e dieci di mattina. Roberto Adinolfi, 59 anni, amministratore delegato della Ansaldo Nucleare, esce dal palazzo genovese in cui abita, al civico 14 di via Montello. Nota appena due tizi con il casco su una Yamaha X-Max250, proprio davanti a casa sua, una ... Continua a leggere »