sabato , 25 novembre 2017
Ultime News
Home » Archivio per il tag: La Repubblica

Archivio per il tag: La Repubblica

“Io, gambizzato, vi racconto la mia vita distrutta dalle Br”

«Di quella sera m’è rimasto il ricordo della pistola puntata alla tempia, il terrorista che dice “se reagite sarà una carneficina”, io che lo supplico di risparmiarmi (“ho moglie e figli”), lui mi spinge contro la parete: “Inginocchiati stronzo!”». Quanti anni sono passati dall’agguato delle Brigate Rosse di via Mottarone a Milano, quattro democristiani messi contro un muro e gambizzati ... Continua a leggere »

15 maggio 2015 – Il segreto di Martini: univa vittime e terroristi

Articolo tratto da “La Repubblica” del 15 maggio 2015 di Piero Colaprico Dal Cardinale gli agenti feriti e gli ex Br Bonisoli e Semeria. Alcuni oggi sono ancora amici Era già molto malato, il cardinale Carlo Maria Martini, ma appoggiandosi al bastone arrivò nella sala dove l’aspettavano in tanti. Come ogni anno, aveva in faccia quella suaespressione che si può ... Continua a leggere »

Svolta sul caso Battisti “Deve essere espulso”

Articolo tratto da “la Repubblica” del 4 Marzo 2015 riguardo il dibattito sull’estradizione di Cesare Battisti. Di DANIELE MASTROGIACOMO Svolta sul caso Battisti “Deve essere espulso” I legali: faremo ricorso Un giudice federale chiede l’annullamento del diritto di soggiorno Possibili destinazioni: Francia o Messico. La battaglia per l’estradizione Cesare Battisti potrebbe essere espulso dal Brasile. Verso il Messico o la ... Continua a leggere »

“Un eroe chi resiste ai poliziotti” l’arringa di Erri De Luca alle Statale

Milano — «Essere incriminati di resistenza è una medaglia al valore civile, tutti dovremmo essere incriminati di resistenza». Università Statale di Milano, atrio dell’aula magna. A parlare a un folto gruppo di studenti — circa un centinaio seduti a semi cerchio di fronte alla rampa delle scale — è lo scrittore napoletano Erri De Luca. Il “cattivo maestro”, lo stesso  che tre settimane fa, ... Continua a leggere »

Trentatrè anni dopo la bomba – Oggi la commemorazione. Bolognesi: “A un passo dai mandanti”

BASTA lasciar passare pochi minuti dalla sentenza della Cassazione, e fare il giro della politica in città regala un primo quadro che si solito non mente. Nel Pd si respira gioia:prima interdetta, quando ancora non è chiaro cosa significhi quel «rinvio» dell’interdizione pronunciato dalla suprema corte, e poi piena, quando è chiaro che Silvio Berlusconi è davvero condannato. Prevale il ... Continua a leggere »

“Da quel giorno un calvario di 34 operazioni” gli anni di piombo senza fine di Antonio Iosa

ROMA – «Il terrorista mi puntò la pistola alla testa. Lo implorai di risparmiarmi, ché avevo moglie e figli piccoli. Mi rispose: “Inginocchiati, stronzo”. Poi mi sparò alle gambe, allora pensai: “Ora muoio”». Per Antonio Iosa gli anni di piombo non sono mai finiti: è appena uscito dall’ospedale Niguarda, reduce dall’operazione numero 34 dalla sera dell’ agguato, il 1° aprile ... Continua a leggere »

Genova, si indaga per terrorismo un superstite ha visto chi ha sparato

Genova — Il sorprendente silenzio degli attentatori è a suo modo un messaggio, che rende la sfida criminale ancora più complicata. Chi ha gambizzato il manager dell’Ansaldo? Ieri la procura di Genova ha aggiunto al fascicolo per lesioni, aperto subito dopo il ferimento di Roberto Adinolfi, un’aggravante che è una risposta: «finalità terroristiche». Si indaga ufficialmente sull’arcipelago brigatista, perché la tecnica e ... Continua a leggere »

La rivendicazione mancata e quella fuga piena di rischi le anomalie dell’attentato

Roma — A quarantotto ore dall’agguato, la notizia è quello che innanzitutto ancora manca in questa storia. Una rivendicazione . Che la logica e il “format” cui ha abituato la storia della violenza politica in questo Paese volevano dovesse arrivare in un tempo ragionevole. E che ora ragionevole comincia a non esserlo più. «Ogni ora che passa— ragiona una fonte qualificata della ... Continua a leggere »

Pisapia dice no all’ex terrorista il Pdl fa retromarcia su Tettamanzi

C’È UN «veto», che viene posto con forza: quello di Giuliano Pisapia. Il sindaco ha assicurato che si opporrà all’eventuale decisione del consiglio comunale di assegnare l’Ambrogino a Sergio D’Elia, l’ex terrorista di Prima Linea oggi segretario dell’associazione Nessuno Tocchi Caino, proposto dai Radicali: «Milano può stare…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

“La Casa della Memoria ricorderà tutti”

Lo definisce un «progetto di grande valore civico destinato a diventare il simbolo della memoria condivisa di tutti i milanese». Così Giuliano Pisapia rilancia il disegno per unire in uno stesso luogo «vittime della dittatura nazifascista e del terrorismo». Per il sindaco, la Casa della Memoria deve ricordare «tutti nello stesso modo». Attacca Fidanza del Pdl: «Lettura miope della storia». Il coordinatore dell’Associazione ... Continua a leggere »