lunedì , 20 gennaio 2020
Ultime News
Home » Archivio per il tag: Documentazione Varia (pagina 3)

Archivio per il tag: Documentazione Varia

La stagione delle stragi e la nostra glasnost doverosa

Le promesse non mancano mai in tempo di elezioni. Qualche volta meritano persino rispetto se l’intenzione è buona come nel caso della declassificazione o meglio della decretazione anticipata dei documenti sulle stragi che hanno insanguinato il Paese dal 1969 agli anni Novanta del Novecento e oltre. Speriamo che adesso… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

«Via il segreto sull’attentato alla Sinagoga»

Roma — «Vogliamo un Paese che sia più chiaro e trasparente possibile. Se siete nervosi…». Matteo Renzi replica secco alle polemiche sui «segreti-non-segreti» declassificati. Ma all’indomani della direttiva che ha reso pubblici i documenti riservati su alcune stragi che hanno segnato la nostra storia, più delle… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

La generazione dei sessantenni raccontata da un poliziotto

Ci sono esistenze che non ci propongono solo storie di vita personale, ma che aprono anche finestre sullo sforzo di una generazione e sullo spirito di un’epoca. Una di queste è quella di Ennio Di Francesco, narrata nel bel libro autobiografico «Un commissario. L’odissea di un funzionario dello Stato» (editore Castelvecchi). Arricchito dalle testimonianze di…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere ... Continua a leggere »

La banalità che annacqua la memoria

Con la terza e ultima tranche della fiction Anni Spezzati, ambientata a Torino, si è persa una grande occasione. C’era un’infinità di cose da raccontare sul terrorismo di quegli anni e ci si è ridotti a banali questioni di incomprensioni fra familiari di generazioni diverse. In un quadro pesantemente statico, si sono spalmate su carnefici e vittime (figure comunque tragiche) ... Continua a leggere »

L’ultima verità su «De Tormentis» e i BR torturati

«Valutando le dichiarazioni nel quadro di tutte le risultanze processuali, deve necessariamente concludersi che un funzionario all’epoca inquadrato nell’Ucigos e rispondente al nome di Nicola Ciocia, dopo aver sperimentato pratiche di waterboarding nei confronti della criminalità comune, le utilizzò all’epoca del terrorismo nei confronti di alcuni soggetti arrestati, al fine di sottoporre costoro a una… Apri l’allegato pdf per continuare ... Continua a leggere »

Contro il terrorismo la risposta fu politica

Caro direttore, anch’io ho seguito con interesse, come Eugenio Scalfari (Repubblica, 12 gennaio), il dibattito avvenuto, qualche giorno fa, nella trasmissione «Otto e mezzo» fra Paolo Mieli e Stefano Rodotà. La denuncia della «debolezza» della politica, che entrambi hanno fatto, è un giudizio largamente condiviso. Non c’è bisogno di alcuna conferma; basta solo vedere le difficoltà istituzionali in cui il Paese se ... Continua a leggere »

Morte di un fotografo per le luci di natale – Scattò l’immagine simbolo degli anni di piombo precipita con la moglie

Architetto, designer, attivista Pd, direttore responsabile di riviste d’arredamento, fondatore di un’associazione culturale… Paolo Pedrizzetti è stato molto più di questo ma soprattutto è stato con il passamontagna in metto a via De Amicis, a Milano, gambe piegate, braccia tese e pistola stretta fra le mani mentre sparava ad altezza d’uomo. Era il 14 maggio del 1977 ed erano gli ... Continua a leggere »

A lezione di legalità con le vittime del terrorismo

Un incontro per promuovere la coltura della legalità tra i più giovani, come antidoto alla rassegnazione. Domani, 24 aprile, all’istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera «Carlo Porta» di via  Uruguay, gli studenti delle classi quinte incontreranno, nell’ambito del progetto Educazione alla legalità, alcuni esempi… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

A lezione di legalità con le vittime del terrorismo

Un incontro per per promuovere la coltura della legalità tra i più giovani, come antidoto alla rassegnazione. Domani, 24 aprile, all’istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera «Carlo Porta» di via Uruguay, gli studenti delle classi quinte incontreranno, nell’ambito del progetto Educazione ala legalità, alcuni esempi di come comportarsi  «diversamente» (e cioè in maniera «onesta, democratica e solidale»). Come… Apri l’allegato ... Continua a leggere »

Perdonare fa bene al cuore (e ai vasi) – La pressione arteriosa subisce una riduzione persistente

Una medicina naturale, alla portata di chiunque, per la salute del cuore e dei vasi. Si tratta del perdono, che vuol dire riuscire a superare quello stato di rabbia e di tensione solitamente diretto verso persone che hanno generato una condizione di sofferenza. La conferma scientifica di questo dato viene da una ricerca realizzata da Brita Larsen, del Department of ... Continua a leggere »