giovedì , 26 novembre 2020
Ultime News
Home » Archivio per il tag: corriere della sera (pagina 4)

Archivio per il tag: corriere della sera

L’ex terrorista nero e l’omicidio del tesoriere di Mokbel

Roma – Non potevano andare troppo lontano. Ci sono le loro impronte digitali sui fogli della Guardia di Finanza usati per fingere la perquisizione a Silvio Fanella, cassiere e braccio destro del faccendiere Gennaro Mokbel, ucciso il 3 luglio scorso durante un tentativo di rapimento. Egidio Giuliani, 59 anni, ex terrorista nero, fra i fondatori a Novara della Cooperativa di ... Continua a leggere »

«Mio padre, ucciso dalle Br senza essere un eroe»

«Mio padre ha condotto quella che doveva essere una vita “normale”, non da eroe. Quindi è giusto che altre figure, come lui vittime del terrorismo, ma più impegnate, siano più ricordate». Le parole di Mario Mazzanti, 59 anni, dentista con l’hobby della settimana di thriller, hanno lo stesso tono della sua voce: pacato e lieve al punto da sorprendere. Suo ... Continua a leggere »

Informazioni a Scajola sulle minacce a Biagi «Omicidio per omissione»

BOLOGNA – Si riapre, con modalità che potrebbero riservare sorprese, l’inchiesta sulla revoca della scorta a Marco Biagi,ucciso dalle Br invia Valdonica 14, sotto casa, il 19 marzo 2002. Tornano ad addensarsi interrogativi sul ruolo svolto dall’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola e dai vertici delle istituzioni che avevano il compito di proteggere un servitore dello Stato. Ci sarà da verificare, ... Continua a leggere »

«Sacconi e Parisi ci chiesero la scorta quattro giorni prima che lo uccidessero»

Roma — «Il 15 marzo 2002, quattro giorni prima dell’omicidio di Marco Biagi, consegnai due lettere al ministro dell’Interno Claudio Scajola con le richieste dell’onorevole Maurizio Sacconi e del direttore generale di Confindustria Stefano Parisi perché fosse data la scorta al giuslavorista bolognese. Scajola mente quando dice che nessuno l’aveva informato contro il professore parla Luciano Zocchi, che di Scajola era il ... Continua a leggere »

Milano negli anni di piombo una pièce per ricordare Tobagi

Una maratona rispettosa, partecipata e consapevole quella che ieri, nel giorno della memoria delle vittime del terrorismo, ha scandito il ritmo della città da un appuntamento all’altro fino a gremire alle 18 in sala Buzzari del Corriere della Sera per ricordare Walter Tobagi. Alle 9 la messa nella chiesa di…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Il ricordo delle vittime del terrorismo Boldrini: «Troppe opacità nello Stato»

Roma — Vittime due volte. Dell’eversione, rossa e nera, che li ha falciati a centinaia. E dell’ansia di amnesia dietro la quale l’Italia si è spesso riparata, archiviando in fretta i loro nomi. A risarcimento di quella doppia ingiustizia nel 2007 fu istituita la «Giornata della memoria per le vittime del terrorismo». Il capo dello Stato volle onorarla ospitando al Quirinale ... Continua a leggere »

«Nelle violenze di oggi si perde la memoria»

Milano — «Questa giornata deve stimolare una riflessione seria sulla sottile linea di demarcazione che divide la convivenza civile dal disastro civile. E tra manifestazioni violente e pretesti sportivi colgo qualche rischio di deflagrazione. Ci sono situazioni sociali di estrema “reattività”, facilmente strumentalizzabili». Alessandra Galli è una donna che sa sorridere anche mentre soppesa parole e frasi che sembrano costarle ... Continua a leggere »

Documenti non più segreti da studiare così si onorano le vittime del terrorismo

Caro direttore, «eppur si muove». Dopo tanti interventi, divulgati anche grazie all’impegno del Corriere della Sera, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha disposto la declassificazione dei documenti segreti riguardanti le stragi avvenute in Italia negli «anni di piombo». Non voglio entrare nel dibattito sulla concreta efficacia, sul piano giudiziario, dell’accesso alle fonti, che comunque dovrà essere leale e completo, scevro dei ... Continua a leggere »

La stagione delle stragi e la nostra glasnost doverosa

Le promesse non mancano mai in tempo di elezioni. Qualche volta meritano persino rispetto se l’intenzione è buona come nel caso della declassificazione o meglio della decretazione anticipata dei documenti sulle stragi che hanno insanguinato il Paese dal 1969 agli anni Novanta del Novecento e oltre. Speriamo che adesso… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Tognoli: bene Pisapia su Ramelli ma le distinzioni devono restate

E nella par condicio dei lutti, come si dice, a sinistra risponde uno squillo: a 24 ore dalla corona deposta per il 18enne di destra Sergio Ramelli, ucciso nel ’75, il sindaco Giuliano Pisapia ha partecipato ieri al ricordo di un altro giovane della parte opposta, Gaetano Amoroso, morto il 30 aprile dell’anno dopo per mano di militanti di destra. ... Continua a leggere »