lunedì , 18 gennaio 2021
Ultime News
Home » Archivio per il tag: corriere della sera (pagina 22)

Archivio per il tag: corriere della sera

Frattini: il Parlamento rivaluti se usare tutta la nostra forza offensiva

ROMA – Sarà l’inasprimento delle condizioni nelle quali si muovono i soldati italiani in Afghanistan, sarà la brezza di una possibile campagna elettorale in Italia, sarà la strana stagione attraversata dalla forza multinazionale Isaf che aumenta le sue truppe mentre dalle capitali occidentali si annuncia di volerla ritirare nei prossimi anni, l’intervista qui sotto è diversa da altre rilasciate in ... Continua a leggere »

È morta Franca Dendena Era presidente delle vittime della strage di piazza Fontana

«Quando si dice che per la strage di piazza Fontana non è stato condannato nessuno si dimentica che questo è vero solo per metà: noi la nostra condanna la stiamo scontando da allora. E direi che ci hanno dato l’ergastolo, no?». Senza mai rancore ma sempre lucida, fino all’ultimo: così, nella sua veste di presidente dell’Associazione familiari delle vittime della ... Continua a leggere »

Mio Padre e la difesa del pubblico interesse

In ordine all’esempio di mio padre, come a quelli di tante altre persone che hanno perso la vita agendo nell’interesse del Paese, vengono identificati diversi significati: onestà, senso dello Stato, libertà, consapevolezza, capacità di indignarsi, senso del dovere. Guardiamo quest’ultimo: quell’accezione secondo la quale una persona svolge il proprio dovere, realizza la propria funzione, senza farsi condizionare da nulla e ... Continua a leggere »

Andreotti su Ambrosoli «Se l’andava cercando»

«Perché Ambrosoli è stato ucciso?». Il senatore a vita Giulio Andreotti risponde così:«Non voglio sostituirmi alla polizia e ai giudici, certo è che se l’andava cercando». La ricostruzione del caso («La storia siamo noi», a cura di Giovanni Minoli, questa sera su Rai 2) riapre antiche ferite… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Milano ricorda Tobagi «eroe della quotidianità»

C’è il 14 che passa in via Solari, esattamente come trent’anni fa l’8. C’è una donna che corre per raggiungerlo alla fermata del Rosario. La gente va di fretta, ciascuno con le sue cose. Clacson. In quella piccola strada laterale, via Salaino, ci sono due giovani operai ai piedi di una gru, davanti a un cantiere. Lavorano. Non è difficile ... Continua a leggere »

L’ultima lezione di Tobagi una memoria per l’Italia

Una memoria rivolta al futuro. È questo il senso della giornata di studio e ricordo, «Walter Tobagi – Una storia», che si è tenuta ieri a cura della Fondazione Corriere della Sera in onore del nostro collega ucciso trent’anni fa dai terroristi. In una sala Buzzati gremita oltre ogni ordine di posti, sotto la regia del vicedirettore Giangiacomo Schiavi, che ha ... Continua a leggere »

Caro Walter, quel giorno sei morto anche per noi

Caro Walter, oggi è il ricordo della memoria. Oggi ti ricordano la grande famiglia del «Corriere», i tuoi cari e i tuoi figli, Benedetta e Luca, che ci hanno fatto capire come la memoria — scevra da retorica celebrativa — sia innanzi tutto un atto di verità e amore. Siamo rimasti ormai in pochi, in via Solferino, fra coloro che ti hanno conosciuto ... Continua a leggere »

In nome di mio padre, idee e progetti No a uno sguardo rivolto al passato

La sua figura è stata un complesso intreccio di passione e impegno civili e professionali. I miei familiari e io non abbiamo mai nascosto né sminuito l’importanza delle sue idee politiche, della sua fede religiosa o della dedizione al suo mestiere. Talvolta le commemorazioni si sono concentrate su uno solo di questi aspetti. Mi pare che nessuno di questi elementi, ... Continua a leggere »

28 maggio 1980 Quel giorno Walter Tobagi assassinato la lezione del cronista che capì i nuovi barbari

Il cielo color piombo, che i troppi anni di soffocante assedio della violenza e del terrore. La mattina, nello stanzone a pian terreno della cronaca di Milano, scorreva regolare nei suoi riti: il caffè, la riunione, le chiacchiere sciolte. Eravamo in due o tre, non di più. Allora i giornali si facevano soprattutto di sera e di notte, le redazioni ... Continua a leggere »