venerdì , 5 marzo 2021
Ultime News
Home » Archivio per il tag: corriere della sera (pagina 12)

Archivio per il tag: corriere della sera

«Terrorismo, c’è un clima pesante»

Genova — «C’è un clima teso e pesante nel Paese». L’amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne non lo nega. Al contrario, dice che quell’atmosfera di tensione «la sento immediatamente ogni volta che torno in Italia», quasi una percezione fisica che «si sente nell’aria». Risponde così, il numero uno del Lingotto (del Salone del libro di Torino), a chi gli chiede del clima che ... Continua a leggere »

Da Bakunin a Giuliani quel caos delle citazioni dopo gli attentati

La citazione più scontata è l’ultima. In epigrafe al comunicato che rivendica il ferimento dell’ingegner Roberto Adinolfi campeggia una frase di Michail Bakunin sul governo della scienza «disumano e crudele». Nominare in uno scritto anarchico il rivoluzionario e filosofo russo, padre dell’anarchismo moderno, equivale a parlare di Karl Marx in un simposio sul comunismo. Come se per il suo documento più ... Continua a leggere »

Equitalia e l’allarme sulle tensioni: irresponsabile accusarsi dei suicidi

Roma — «È inaccettabile continuare a scaricare irresponsabilmente su Equitalia la colpa di gesti estremi e situazioni drammatiche». Il giorno della rivolta a Napoli, del pacco bomba (senza innesco) alla direzione generale di Roma e dell’aggressione degli ispettori a Melegnano, la società di riscossione di tasse e contributi alza la voce. E diffonde una nota allarmata: «C’è troppa superficialità nell’associare a Equitalia il ... Continua a leggere »

Messaggio degli anarchici «Colpiremo altre 7 volte»

Genova — Quattro ore dopo l’attentato all’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi (lunedì mattina) mani sconosciute infilano una busta in una cassetta postale di Genova. Il centro di smistamento postale la timbra e la invia alle 12.16, posta straordinaria. È la rivendicazione dell’agguato al manager genovese, due pagine scritte su entrambe le facciate scritte su entrambe le facciate e firmate dal ... Continua a leggere »

Quei terroristi con i nomi di Disney la «Federazione» e 9 anni di attentati

Alla riunione di condominio della Federazione anarchica informale i più arrabbiati erano i nipoti di Paperino. Qui, che rappresentava la celebre Cooperativa Artigiana fuochi e affini, di area bolognese, ce l’aveva con tutti perché«ormai siamo al palo». Quo, espressione della Brigata 20 luglio, sigla usata per gli attentati genovesi, faceva la voce grossa, anche perché era il padrone di casa. «Io ... Continua a leggere »

Il linguaggio da Br e la nuova strategia «Con piacere abbiamo preso le armi»

«Se fossimo stati realisti non avremmo armato le nostre mani. Se fossimo stati realisti non affronteremmo tanti rischi, vivremmo le nostre esigenze producendo e consumando, magari indignandoci». È inutile discettare sulle prospettive concrete della lotta armata in Italia negli anni Duemila inoltrati, sul passato che ritorna e un futuro rivoluzionario che — realisticamente, per l’appunto — è destinato a esaurirsi in qualche illusoria ... Continua a leggere »

Il dirigente ferito nel ’77 chiama la piazza

Roma — C’è grande preoccupazione, ma anche smarrimento, tra tutte le forze politiche per il ritorno di formazioni terroristiche che sparano ai «simboli della crisi» e rivendicano gli attentati annunciando nuove azioni armate. Come negli anni Settanta. E proprio alla mobilitazione democratica che fece muro contro il terrore degli anni di piombo ha fatto riferimento il presidente della Camera invocando «il massimo della ... Continua a leggere »

Il Viminale e gli obiettivi a rischio anche i soldati per la vigilanza

Roma — Adesso il pericolo è il salto di qualità ulteriore, la «campagna» che punta ad altri obiettivi diventando così difficile da affrontare e prevenire. E allora al Viminale si rimodula il piano di protezione di uffici e personalità, non escludendo la possibilità di utilizzare anche i soldati. Si sceglie una nuova linea che preveda le cosiddette vigilanze dinamiche con ronde nelle ... Continua a leggere »

Il rischio di sottovalutare un allarme

C’è una certa sottovalutazione dell’attentato all’amministratore delegato dell’Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi. La notizia è spesso regalata in seconda o terza fila. Sbaglieremo, ma ci pare non sia stata colta la gravità dell’accaduto. Forse un primo motivo di questa, chiamiamola così, scarsa attenzione, sta nel fatto che l’attentato non ha avuto gravi conseguenze. Adinolfi è stato ferito solo di striscio. E ... Continua a leggere »

«Lo stesso odio degli anni bui di Genova»

GENOVA – «Ancora una volta colpiscono un simbolo: un manager, Ansaldo Nucleare, Finmeccanica». Con la notizia del ferimento di Adinolfi, Carlo Castellano rivive una vecchia angoscia mai sopita. Ricorda quando, il 17 novembre 1977, fu ferito con otto colpi di pistola al bacino e alle gambe da un commando delle Brigate rosse mentre rientrava a casa in via Corsica, dopo ... Continua a leggere »