domenica , 23 settembre 2018
Ultime News
Home » Archivio per il tag: Brigate Rosse (pagina 3)

Archivio per il tag: Brigate Rosse

Amarezza e dolore: la grazia a Curcio e la legittimazione del terrorismo

Settembre 1991 Caro Direttore, Al momento del mio ferimento l’ultimo grido di battaglia del gruppo di fuoco della colonna Alasia fu: “ecco la fine che meritano i servi del Governo Cossiga”! Era il 1 aprile 1980 allorché, in un’azione di rappresaglia per l’uccisione di 4 terroristi in via Fracchia a Genova, i brigatisti fecero irruzione in una sezione periferica della ... Continua a leggere »

Il caso di Renato Curcio e noi vittime dimenticate! La semilibertà all’ideologo delle Brigate rosse

Renato Curcio ha ottenuto la semilibertà. dal Tribunale di sorveglianza di Roma. Il fondatore delle brigate rosse e l’olimpo della lotta armata possono essere più che soddisfatti per sperare in una “soluzione globale di indulto a favore di tutti i terroristi, irriducibili compresi, e degli esuli politici che, dopo avere evitato il carcere, si stanno preparando per rientrare trionfalmente in ... Continua a leggere »

Lettera delle Brigate rosse 8/4/1980

Il 1 aprile 1980 un nucleo delle brigate rosse ha attaccato e perquisito democristiano di via Mottarone. I responsabili della sede, insieme a loro “illustre” ospite sono stati colpiti e per un bel po’ non potranno svolgere la loro losca attività. Ecco chi sono: Robbiani Eros, v. Sonnino 12, segretario della sezione e membro del direttivo cittadino della DC, esperto ... Continua a leggere »

14 febbraio 2015 – Chi e perchè ha ucciso Aldo Moro

Sabato 14 febbraio 2015 ore 10,00 Palazzo Marino, Sala Alessi – Piazza della Scala, 2 Milano “Chi e perchè ha ucciso Aldo Moro – Il racconto della vicenda del Presidente DC rapito ed ucciso dalle Brigate Rosse attraverso la lettura dei documenti di Stato.” Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Protesta per i volantini BR all’asta

Vogliono risolvere alla radice quello che, per loro, è un problema: «Saremo in prima fila per comprarli. Non sarà facile, ci sono molti interessati, voci insistenti segnalano già cifre da capogiro». Però ci proveranno, i parenti delle vittime di terrorismo, a riparare «a questa ennesima offesa». Stamane dalle 10.30 negli spazi della casa di collezionismo Bolaffi, in via Manzoni 7, andranno… ... Continua a leggere »

Il volantino che condannò Moro messo all’asta per 1.500 euro

Milano — E allora scusate un po’, obiettano dalla Bolaffi, se la mettiamo su questo piano nemmeno dovrebbe venir esposto, cosa invece che avverrà, un autografo di Hitler. «Per noi sono documenti storici, i giudizi non ci aspettano». Ma proprio non era necessaria quest’ennesima offesa, questo ennesimo schifo, questa ennesima vergogna, ringhiano dall’ associazione vittime del terrorismo. «Documenti storici? Piantatela… Sono solo ... Continua a leggere »

1980, brigatisti in metrò uccidono Renato Briano

Anni di violenza, di odio, di terrore. Anni di lotte, di illusioni, di battaglie sindacali, di ombre e di fantasmi, di vittime innocenti, da non dimenticare mai. Anni di piombo. È il 12 novembre del 1980 quando Renato Briano, dirigente industriale, direttore del personale della Ercole Marelli di Sesto San Giovanni, prende posto in una delle carrozze della metropolitana della linea 1, ... Continua a leggere »

L’autore dei manifesti «Sono pentito Scuse a Napolitano»

Milano — «Dimissioni irrevocabili» dalle liste del Pdl. Più una letteratura di scuse al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e alle vittime del terrorismo. Si conclude così la giornata più difficile dell’avvocato Roberto Lassini, il «patrocinatore» dei manifesti «Via le Br dalle procure», Candidato nelle liste del Pdl alle amministrative milanesi. Ma la vicenda è destinata ad avere un seguito; perché ci sono ... Continua a leggere »

Il Colle e i manifesti antitoghe: offesa alla memoria di chi non morì

Roma — Replica a freddo, Giorgio Napolitano, ma con parole tutt’altro che fredde. Definisce «un’ignobile provocazione il manifesto affisso nei giorni scorsi a Milano con la sigla di una cosiddetta “Associazione dalla parte della democrazia”», su cui campeggiava lo slogan «fuori le Br dalle Procure». Per lui«quel manifesto rappresenta innanzitutto un’intollerabile offesa alla memoria di tutte le vittime delle Br, magistrati e non». ... Continua a leggere »

L’eversione ereditaria

Manolo Morlacchi. il non più giovane figlio di due ex brigatisti, è stato arrestato ieri in relazione a un’inchiesta sulle nuove Br. Il prima istinto è la cautela: troppe volte in Italia si sono sbattute in prima pagina le storie di presunti colpevoli, specialmente in materia di terrorismo. Poi c’è la tentazione, assai rischiosa, di enfatizzare l’apparente ineluttabilità del destino ... Continua a leggere »