martedì , 19 giugno 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vittime » «Non vogliamo pietà, ma giustizia»

«Non vogliamo pietà, ma giustizia»

Alle ore 10.25 del 2 agosto 1980 alla Stazione Centrale di Bologna scoppiò una bomba collocata da terroristi fascisti che causò 85 morti e più di 200 feriti. Pochi numeri rispetto ai dati ufficiali del ministero della Difesa che quantifica in 487 morti, 5429 feriti e 12690 attentati a persone o cose il triste risultato di una stagione, quella del terrorismo in Italia, chiamata non a caso “Anni di piombo” o “Notte della Repubblica”. Certo può sembrare riduttivo valutare con sterili cifre un periodo triste dalla nostra storia, ma può essere utile per non dimenticare. «Occorre avere memoria del proprio passalo»,ha spiegato l’on. Virginio Rognoni, vice presidente del Consiglio superiore della magistratura, al termine di un convegno a Milano sulle vittime del terrorismo, «dobbiamo conoscere il passalo perché un Paese che non abbia questa memoria è un Paese che non può… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto