domenica , 15 dicembre 2019
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vari » «Non ci fu un ordigno solo Me lo dissero i Servizi»

«Non ci fu un ordigno solo Me lo dissero i Servizi»

Nella mia inchiesta su Piazza Fontana non ho scambiato lucciole per lanterne. Per realizzare l’inchiesta ho utilizzato fonti pubbliche, sentenze, perizie, interviste. Nessuna imbeccata né  «gola profonda», ma solo il lavoro sulle carte e il confronto con tre persone: il primo magistrato a indagare sulla strage, Ugo Paolillo, L’uomo dei servizi segreti del Viminale che intervenne già la sera della strage a Milano, Silvano Russomanno, e un fascista interno alla vicenda. L’ho interpellato poche volte. Mi ha chiesto di non citarlo e così ho fatto anche perché da lui non ho avuto elementi che non fossero già frutto del mio lavoro. Per iniziare è bastato il dubbio…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto