martedì , 31 marzo 2020
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vittime » Non c’è perdono senza pentimento

Non c’è perdono senza pentimento

Il 1° aprile 1980, in segno di rappresaglia per l’uccisione di quattro terroristi da parte delle forze dell’ordine di Genova, un gruppo di brigatisti rossi incappucciati irruppe in una sede milanese della Democrazia cristiana, ferendo quattro cittadini inermi. lo ero uno di questi: riportai gravi danni alle gambe, con invalidità permanente. In quegli anni, i morti per terrorismo furono centinaia, più di mille i feriti, oltre a sequestri di persone, rapine, scontri e devastazioni, atti di intimidazione nelle scuole, nelle fabbriche e nella vita dei quartieri cittadini. A Milano e in Lombardia hanno perso la vita 33 persone: sedici nella strage di piazza Fontana, quattro nell’attentato alla questura milanese, otto in piazza della Loggia a Brescia e cinque in via Palestro. Senza… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto