martedì , 23 luglio 2019
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vari » «Nel film su Piazza Fontana sparita la campagna contro papà»

«Nel film su Piazza Fontana sparita la campagna contro papà»

Lo si indovina all’inizio del film, nei giorni della strage, quando è nella pancia di sua mamma E alla fine, alla vigilia dell’assassinio di suo padre, quando è un bambino di due anni. Oggi Mario Calabresi, primogenito di Luigi Calabresi e di Gemma Capra, ha 42 anni e dirige la Stampa. Ha scritto la sua storia in un libro, Spingendo la notte più in là, divenuto un long-seller tradotto all’estero. Ora ha visto in anteprima il film di Marco Tullio Giordana, Romanzo di una strage, prodotto dalla Cattleya di Riccardo Tozzi insieme con Rai Cinema. E confida al Corriere le sue riflessioni. «È un film importante per ricordare quel che è stata Piazza Fontana Era necessario un omaggio alla memoria e a tutte le vittime: i morti della strage… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto