domenica , 21 ottobre 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vari » Manifesti di solidarietà, quattro in carcere

Manifesti di solidarietà, quattro in carcere

Milano — «È terrorista chi fa la guerra non chi lotta al fianco dei popoli. Compagni, in piedi o morti, ma mai in ginocchio»: sono le frasi di solidarietà ai 15 finiti lunedì in carcere nell’inchiesta sulle Br. Parole scritte con un pennarello rosso sui manifesti che, la scorsa notte, quattro persone stavano affliggendo a Sesto San Giovanni. I quattro, due uomini e due donne, sono stati arrestati per istigazione a delinquere in relazione a fatti di terrorismo. Accusa formulata dal procuratore di Monza Antonio Pizzi. Non si tratta di semplici simpatizzanti. Anche se non coinvolti nell’inchiesta principale, tutti gravitano nell’autonomia antagonista, ma alcuni hanno legami diretti con…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto