sabato , 6 marzo 2021
Ultime News
Home » Documenti cartacei » Lettera di Antonio Iosa presidente Circolo Perini

Lettera di Antonio Iosa presidente Circolo Perini

rimaneva impressa l ‘idea che i banditi restano banditi, gli squartatori restano squartatori, gli assassini restano assassini. .. Qui non ho la sensazione che i terroristi restino criminali, assassini, delinquenti, anzi si cerca di dar loro motivazioni valide sulla bontà della loro scelta e che, oggi, in un certo senso si voglia riabilitarli sul piano storico ed ideologico.
Qui si parla della nascita del terrorismo che viene descritta come una “Pia Confraternita” di “compagni di merenda in una trattoria toscana alla Pacciani “; una sorta di Associazione benemerita, non criminale. Lo spettatore non ha la sensazione di trovarsi di fronte a giovani pentiti, dissociati o che abbiano fatto un cammino di conversione interiore. I protagonisti non appaiono sostanzialmente delinquenti e criminali, presi dal furore ideologico e dal fanatismo politica che li ha… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto