sabato , 23 settembre 2017
Ultime News

Manfredo Mazzanti



Questo sito non ha scopo di lucro.
Nulla e’ dovuto per la consultazione ed il prelevamento di documentazione.
Se questo sito vi sarà stato utile siete invitati esclusivamente a citare la fonte.

28 Novembre 1980 – Manfredo Mazzanti

Manfredo Mazzanti, nato il 25 gennaio 1926 a Santa Croce sull’Arno provincia di Pisa, era ingegnere e direttore tecnico dello stabilimento “Falck Unione”, quando attorno alle ore 8 del 28 novembre 1980, fu ucciso nei pressi della sua abitazione a Milano, mentre si recava al lavoro.

I due brigatisti autori del delitto fuggirono prima a piedi e poi in bicicletta.
L’omicidio fu rivendicato dalle brigate rosse colonna Walter Alasia.

Mazzanti lasciò la moglie e l’unico figlio, Mario, in tenera età e che oggi fa il dentista in un paese della provincia di Pisa.

La direzione strategica nazionale delle brigate rosse “W.Alasia”, smentì l’attentato che, peraltro, fu opera della omonima colonna milanese, capeggiata dalla terrorista Pasqua Aurora Betti, che si sostituì a Mario Moretti e a Barbara Balzerani, accusati di avere provocato il distacco delle brigate rosse dalla classe operaia e, soprattutto, nelle fabbriche dell’area metropolitana milanese.

La strategia della direzione centrale di Roma che propugnava la lotta armata fu, infatti, messa in discussione dal gruppo milanese della colonna “Walter Alasia” nell’estate del 1980.

Tale contrasto interno non solo mise in evidenza la crisi del gruppo eversivo brigatista, ma segnò l’inizio della loro sconfitta militare, che si accentuò dal 1981 con la decimazione degli appartenenti a questa sanguinaria formazione, sino all’arresto di tutti i componenti della colonna terroristica a livello nazionale e a livello milanese.

Nell’inverno del 1983 tutti i terroristi di questa più sanguinario gruppo di fuoco, furono incarcerati, processati e condannati all’ergastolo, quali autori di ben 83 feroci delitti

Il Comune di Milano, in occasione del 30° anniversario della uccisione di Manfredo Mazzanti, ha posto una targa in via Orseolo (Zona Parco Solari) e il Comune di Sesto San Giovanni ha dedicato una via all’altezza di viale Italia 50 (Alstom Power).




Antonio Iosa
Coordinatore Lombardo AIVITER


Clicca qui per tornare alla pagina precedente

associazione italiana
vittime del terrorismo e dell’eversione contro l’ordinamento costituzionale dello stato

SEZIONE LOMBARDIA

via san marco, 49 – 20121 milano
cell. 3355458438 – 3334552091 – tel./fax 02-39261019

www.vittimeterrorismo.it
www.casamemoriamilano.it

Inserisci un commento