mercoledì , 15 agosto 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vittime » Le br non lo hanno ucciso ma ‘segnato’ per la vita

Le br non lo hanno ucciso ma ‘segnato’ per la vita

Sono passati 25 anni ma Antonio Iosa, 72 anni, milanese non potrà dimenticare mai quel primo aprile 1980 quando fu gambizzato da un gruppo di terroristi delle brigate rosse. Un calvario che dura da un quarto di secolo non solo dal punto di vista psicologico in quanto quella scena è sempre davanti ai suoi occhi, ma anche sul piano fisico perché ha ancora oggi i postumi delle ferite ad entrambe gli arti inferiori che lo hanno lasciato gravemente invalido. L’altro giorno è. arrivato a Cesenatico come fa ogni anno dal 1983 anche per curarsi. I medici infatti ogni anno gli consigliano il mare e la spiaggia perché…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto