domenica , 21 ottobre 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vari » L’anarchico e il commissario I due protagonisti tra i poteri oscuri

L’anarchico e il commissario I due protagonisti tra i poteri oscuri

Per una volta il titolo è davvero essenziale: Romanzo di una strage non confonde le carte in tavola, non depista Quello che successe in Italia tra il 1969 e il 1972, dall’uccisione dell’agente Antonio Annarumma (19 novembre 1969) a quella del commissario Luigi Calabresi (17 maggio 197), è veramente «materia romanzesca» tanto è complessa e ramificata. E gli sceneggiatori del film (il regista Marco Tullio Giordana insieme a Sandro Petraglia e Stefano Rulli) l’hanno raccontata come fosse davvero un romanzo, con i suoi protagonisti e i suoi comprimari, i buoni e i cattivi, i colpi di scena e i momenti riflessivi. Dividendo il tutto in capitoli che mutano lo spettatore a orientarsi tra i fatti e le supposizioni, tra la «realtà» e la «fantasia». E di questo dovrebbe ,essere chiamato a parlare il critico,di come la storia… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto