sabato , 25 novembre 2017
Ultime News
Home » Riflessioni » L’altra verità nascosta su “ Il Libro dell’incontro”

L’altra verità nascosta su “ Il Libro dell’incontro”

UNA VERGOGNA ISTITUZIONALE CHE FA MALE AL PAESE AVERE ORGANIZZATO LA PRESENTAZIONE IN SENATO IL 19 GENNAIO  2017 DE “ IL LIBRO DELL’INCONTRO” CON LA PARTECIPAZIONE  DI AUTORITA’ DELLO STATO,  AUTORI, BRIGATISTI ROSSI E ALCUNI FAMILIARI VITTIME DEL TERRORISMO

 

HA RAGIONE L’ON. PAOLO BOLOGNESI, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE STRAGE DEL 2 AGOSTO   1980 ALLA STAZIONE DI BOLOGNA, AD ELEVARE LA SUA INDIGNATA PROTESTA A  NOME DELLE VITTIME  PER LA PRESENZA DI  DUE ALTE AUTORITA’ DELLO STATO ( IL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO E IL MINISTRO ANDREA ORLANDO) ALLA PRESENTAZIONE DE “IL LIBRO DELL’INCONTRO” IL  PROSSIMO 19 GENNAIO.

IN UNA PRIMA LOCANDINA ERA APPARSA LA PARTECIPAZIONE DI DUE NOTISSIMI BRIGATISTI ROSSI POI, UFFICILAMENTE  SOSTITUITI DA ALTRI DUE MENO NOTI.

TALE PRESENZA DICE, L’ON. BOLOGNESI, E’ ”UNA INACCETABILE OFFESA ISTITUZIONALE”, CHE DENIGRA IL PARLAMENTO  E LA MEMORIA STORICA DEI CADUTI.

 PER CHI  HA COMMESSO OMICIDI PER ATTI DI TERRORISMO NON ESISTE  GIUSTIZIA RIPARATIVA SENZA VERITA’ E GLI EX TERRORISTI NON RACCONTANO TUTTA LA VERITA’  SULLE STRAGI, SUL SEQUESTRO E L’UCCISIONE DELL’ON. A. MORO E SULLE OMISSIONI SU CENTINAIA DI OMICIDI  MIRATI, CHE HANNO INSANGUINATO LA STORIA DEL  NOSTRO PAESE.

QUELLO CHE ERA UN MALE IERI (L’OMICIDIO POLITICO) NON PUO’  DIVENTARE UN BENE OGGI e la giustizia riparativa politicizzata non e’ la panacea all’abolizione del carcere 

L’ITALIA NON HA VISSUTO L’APARTHEID DEL SUD AFRICA. ASSURDO  PREDICARE UN PERCORSO DI RICONCILIAZIONE NAZIONALE, GIA’ AVVENUTA DA OLTRE  30 ANNI CON LE LEGGI PREMIALI E LA SCARCERAZIONE DI TUTTI I TERRORISTI REINSERITI NELLA SOCIETA’ CHE LI  HA ACCOLTI. DOBBIAMO SALVAGUARDARE LA MEMORIA DI   479 INNOCENTI. DURANTE LA NOTTE DELLA REPUBBLICA.  

ASPETTIAMO UNA COMPLETA VERITA’ STORICA SU GLI ANNI DI PIOMBO.  MI AUGURO CHE I TERRORISTI CHE NASCONDONO VERITA’ NON ABBIANO ANCORA LA BOCCA CUCITA E COLLABORINO CON LA COMMISSIONE PARLAMENTARE D’INCHIESTA SUL CASO MORO. RIMANE LA GRAVITA’ CHE I TERRORISTI SIANO OSPITATI AD ALTO LIVELLO DA AUTORITA’ ISTITUZIONALi.

 

Antonio Iosa – Vittima delle brigate rosse del 1° aprile 1980 e uno dei fondatori del Gruppo Incontro