domenica , 22 luglio 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vari » E a mettere quella bomba per gli studenti furono le Br

E a mettere quella bomba per gli studenti furono le Br

Milano — «Compagni dai campi e dalle officine / prendere la falce e portate il martello… Le idee di rivolta non sono mai morte… Se c’è chi lo afferma sputategli addosso…». La prima inquadratura è sull’Università Statale di Milano, ieri pomeriggio. Un’affollata platea di barbe e capelli ormai bianchi ha appena finito di commuoversi sulla vecchia Contessa, colonna sonora del ’68 studentesco quando ancora la strategia della tensione che neofascisti e servizi deviati avrebbero inaugurato appena un anno dopo in Piazza Fontana era di là da venire. Un invito dal palco, dopo gli applausi: «Scusate compagni, se volete dare una mano per le spese passeranno dei compagni a raccogliere il vostro contributo». Il microfono passa a Umberto Fiori per l’inno degli Stormy Six: «Sette bicchieri che brindano a Lenin… la croce uncinata lo sa, d’ora in poi troverà Stalingrado in ogni città…». Cambio di scena…. Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto