sabato , 22 settembre 2018
Ultime News
Home » Pubblicazioni 2017 » Commissione Parlamentare di inchiesta sul Rapimento e sulla morte di Aldo Moro

Commissione Parlamentare di inchiesta sul Rapimento e sulla morte di Aldo Moro

Titolo: Commissione Parlamentare di inchiesta sul Rapimento e sulla morte di Aldo Moro
Relatore: Giuseppe Fioroni, Presidente
Anno edizione: 2017
Editore: Stabilimenti Tipografici Carlo Colombo

Sinossi:
Tutto quello che abbiamo saputo fin qui (e sono passati quasi quarant’anni anni) del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro, è da riscrivere. Anzi, in gran parte è stato già riscritto dalla Commissione parlamentare d’inchiesta presieduta da Giuseppe Fioroni. La terza e ultima Relazione, approvata il 6 dicembre e depositata per l’approvazione dell’Aula alla Camera, oggi, spiega come e perché Moro non è stato ucciso sul pianale della Renault 4 rossa parcheggiata nel garage di Via Montalcini 8. In base alle nuove perizie espletate dal Ris dei Carabinieri, quell’auto non avrebbe potuto neppure avere il cofano aperto, tanto ristretto era il box dove secondo la versione dei brigatisti sarebbe stata eseguita la condanna a morte dello statista.

Il documento spiega che veramente il presidente della Dc avrebbe avuto la possibilità di rimanere in vita perché la segnalazione di un possibile attentato, giunta a Roma dalle fonti palestinesi del colonnello Giovannone, un mese prima del sequestro, era assolutamente attendibile. A evitare la tragedia sarebbe bastata una macchina blindata e una scorta.