sabato , 24 ottobre 2020
Ultime News
Home » Articoli di giornale (pagina 65)

Articoli di giornale

Fini: ora deve vergognarsi chi lo chiamò mercenario

Roma — Divise allora, nei giorni del rapinamento, nel giorno del funerale. E la vicenda di Fabrizio Quattrocchi fa discutere anche adesso, dopo che il Tg1 ha trasmesso il video della sua esecuzione con quella frase («vi faccio vedere come muore un italiano») all’epoca solo raccontata. Il botta e risposta è tra Gianfranco Fini, vice premier e ministro degli Esteri ... Continua a leggere »

Strage di Bologna, riaperta l’inchiesta

ROMA – Venticinque anni dopo, la Procura di Bologna ha aperto una nuova indagine sull’eccidio del 2 agosto 1980 alla stazione di quella città, 85 morti e 200 feriti. E’ un fascicolo contro ignoti, l’ipotesi di reato quella di strage. Per il più grave e sanguinoso attentato della storia del terrorismo italiano ci sono due persone condannate definitivamente all’ergastolo, Valerio ... Continua a leggere »

Fronte iracheno

A sinistra, Davide Casagrande, morto nell’incidente, quando era nei Lagunari. Dall’alto, i feriti: Michielotto e Chiarillo.A destra, italiani a Nassiriya Apri l’allegato pdf per vedere le Foto e a continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Le br non lo hanno ucciso ma ‘segnato’ per la vita

Sono passati 25 anni ma Antonio Iosa, 72 anni, milanese non potrà dimenticare mai quel primo aprile 1980 quando fu gambizzato da un gruppo di terroristi delle brigate rosse. Un calvario che dura da un quarto di secolo non solo dal punto di vista psicologico in quanto quella scena è sempre davanti ai suoi occhi, ma anche sul piano fisico ... Continua a leggere »

Attacco alla base maestrale – Iraq l’Italia di nuovo in lutto

Nomi delle vittime in Iraq. Domenico Intravaia, Daniele Ghione, Filippo Merlino, Ivan Ghitti, Andrea Filippa, Massimiliano Bruno, Giuseppe Coletta, Giovanni Cavallaro, Alfonso Trincone, Enzo Fregosi, Alfie Ragazzi, Horacio Makorana, Stefano Rolla, Marco Beci, Emanuele Ferraro, Massimo Ficuciello, Silvio olla, Alessandro Carrisi, Pietro Pereucci Apri l’allegato pdf per vedere le Foto dei caduti Continua a leggere »

«L’Europa dei popoli tra mito…»

Milano — «L’Europa dei popoli tra mito e realtà» è stato il tema dibattuto il 5 maggio a Milano. All’incontro hanno partecipato; l’onorevole Rocco Buttiglione, ministro ai beni politiche comunitarie, il dottor Piero Bassetti, presidente associazione «Globus et Locus», il professor Valerio Onida, presidente emerito della corte costituzionale, moderatore Marco Garzonio. presidente della Fondazione «Ambrosianeum». Piero Bassetti ha ricordato le vicende ... Continua a leggere »

Quel giorno 25 anni fa ho conosciuto il buio del terrorismo

Milano — Antonio Iosa un giorno di venticinque anni fa ha conosciuto l’inferno: quattro incappucciati con la pistola in pugno. Il freddo metallo di una canna d’arma da fuoco sulla tempia. Poi uno sparo, ambedue le gambe spezzate, grida, confusione, disperazione, altri tre amici, accanto feriti. Era l’1 aprile 1980, una tragedia recita da feroci e impazzite schegge ideologiche. «Sono stato ... Continua a leggere »

Strage della Loggia, processo con sponsor

BRESCIA Solo grazie agli sponsor sarà possibile il processo agli imputati dell’ultima inchiesta sulla strage di Piazza Loggia, dove il 28 maggio 1974 l’esplosione di una bomba provocò nove morti e oltre cento feriti. Non è una boutade, né una stravaganza: le cose stanno proprio cosi. In tempi di magra per la giustizia, di emergenza risorse e organici e di ... Continua a leggere »

Gambizzato dai brigatisti, in spiaggia si cura le ferite

Mai potrà dimenticare quel primo aprile 1980 quando fu gambizzato da un gruppo di terroristi della «Colonna Walter Alasia». E il suo calvario continua ancora oggi per  i postumi delle ferite ad ambedue le gambe che lo hanno lasciato gravemente invalido. Antonio Iosa, 71 anni, dopo quattro mesi di ospedale a Brescia e dopo una lunga riabilitazione, dal 1983 ha preso ... Continua a leggere »

Il sacrificio del poliziotto eroe sarà un colpo mortale per le Br

«Finiremo per prenderli durante un controllo casuale. Speriamo almeno non ci scappi il conflitto a fuoco». Al Viminale , non più di tre settimane fa, durante un vertice dell’Antiterrorismo, purtroppo l’avevano previsto. E avevano anche spaventato un epilogo tragico. «Perché quel tipo di controlli, a macchia di leopardo, sono una delle insidie peggiori per la polizia», spiega il questore di roma, ... Continua a leggere »