venerdì , 14 agosto 2020
Ultime News
Home » Articoli di giornale (pagina 58)

Articoli di giornale

La saggezza di mia madre, il dolore di mio fratello

Mamma trovò dentro di sé regole chiare su come dovevamo comportarci: mai una polemica, mai una parola di troppo, rispetto e gentilezza per tutti e soprattutto fiducia nella magistratura.  «Non cerchiamo vendette, cerchiamo giustizia e accetteremo i verdetti che verranno» ci disse con chiarezza all’alba della prima udienza, mentre eravamo seduti in cucina. «Ho fatto di tutto perché non crescereste nel ... Continua a leggere »

Il peso della memoria

Voltare pagina, chiudere e amnistiare una stagione di sangue e di follia facile predicarlo quando gli anni Settanta sono solo un ricordo sbiadito, archiviato dalla storia ed esistenzialmente lontano. Ma se si è figli di Luigi Calabresi, il commissario di polizia assassinato il 17 maggio 1972 dopo un linciaggio politico di smisurata crudeltà, quella predicazione (così ragionevole, così necessaria) contiene ... Continua a leggere »

Calabresi, mio padre – Quell’agguato alla Cinquecento blu

“Commissario ha detto? Hanno sparato a un commissario? Ma mio marito è un commissario”. Ebbene, quella donna, mai vista prima e che, mai più avrei rivisto, una donna semplice, dimessa, sulla quarantina, quella donna intuì subito la verità. E fu bravissima. “Ma signora, che cosa ha capito? Io sono scesa dal tram in piazzale Baracca. C’era un appostamento, pedinavano dei ... Continua a leggere »

Il giorno che uccisero Calabresi, mio padre

Nella primavera del 1972 avevo poco più di due anni. Normalmente non si hanno ricordi di quel’età, si cancellano, restano forse delle sensazioni, legate a un giro sulle giostre, ai pesci dell’acquario, a una moto, un rimprovero, uno scherzo. Io ho due ricordi di quei giorni: il primo è di domenica 14 maggio, ed è indefinito, è il ricordo di ... Continua a leggere »

Moro, svolta di lngrao «Un errore non trattare Noi potevamo salvarlo»

Milano, il dubbio affiora appena: davanti al cadavere di Aldo Moro, a «quel corpo rannicchiato, ormai irreparabilmente muto», il 9 maggio 1978 in via Caetani, «mi chiesi se la mia intransigenza non fosse stata un duro sbaglio». Il tempo ha lavorato e ieri Pietro Ingrao, nel giorno del novantaduesimo compleanno, si è dato una risposta. Lo dice con voce piana ... Continua a leggere »

Kabul, la Croce Rossa vede il mediatore di Emergency – In arrivo i Mangusta, la sinistra radicale protesta

Roma— Non è la svolta che ci aspettava, Ma è comunque un primo passo. Un rappresentante della Croce Rossa internazionale  ha potuto visitare in carcere Rahmatullah Hanefi, il responsabile dell’ospedale di Emergency prelevato dai servizi segreti afghani in giorno dopo la liberazione dell’ inviato di Repubblica Daniele Mastrogiacomo. Il Governo italiano continua a fare pressioni sulle… Apri l’allegato pdf per continuare ... Continua a leggere »

«E Indro ferito incontrò Berlusconi…»

«Il Risultato ultimo delle Brigate rosse, in pratica, fu quello di far incontrare Montanelli e Berlusconi…». Il 2 giugno del 1977, trent’anni fa alle 10 di mattina, un commando di tre terroristi aspettò che il direttore del Giornale uscisse dall’Hotel Manin e mentre stava per attraversare verso piazza Cavoir lo raggiunse alle spalle. In quel momento un brigatista fece fuoco, ... Continua a leggere »

«E Piccoli disse: se Moro torna sono dolori»

ROMA -Ventinove anni dopo i ricordi continuano a bruciare, e le impressioni di allora sono rimaste le stesse. La mattina del 16 marzo 1978 Corrado Guerzoni, giornalista tra i più stretti collaboratori di Aldo Moro, telefonò a casa del presidente della Democrazia cristiana. «Volevo dirgli che sul Giornale di Montanelli non c’erano più attacchi contro di lui sullo scandalo Lockeed ... Continua a leggere »