martedì , 31 marzo 2020
Ultime News
Home » Articoli di giornale (pagina 54)

Articoli di giornale

«Il caso Moro e i comunisti In mille sapevano dov’era»

«Sul caso Moro sono state scritte sciocchezze che è tempo di smentire. Le dirò tutto quello che so, e tutte le idee che mi sono fatto. Moro non fu perduto dagli americani, né dalla P2. Semmai dai comunisti Prospero Gallinari mi disse, e io gli credo, che i dirigenti dei sindacati delle fabbriche sapevano dove stavano i brigatisti. Nessuno di ... Continua a leggere »

Zingaretti: «Sul palco per Calabresi»

MILANO — «Un’orazione civile per ricordare le vittime del terrorismo», sili palco Luca Zingaretti. Niente commisario Montalbano, non è fiction, ma una pagina nera della storia del nostro Paese. Si intitola Spingendo la notte più in là, come il testo da cui è tratta, il libro in cui Mario Calabresi (figlio del commissario di polizia Luigi assassinato nel 1972), oggi giornalista, ... Continua a leggere »

Negri, autobiografia a teatro – Un’educazione sentimentale tra scontri e dibattito politico

Roma — Andrea e Margherita: lui è un intellettuale; lei, molto più giovane, una femminista. Sono stati militanti insieme e si sono amati. Nel bene e nel male, hanno creduto in un mondo migliore. Lui, però, accusato di essere un ideologo del terrorismo, ha passato in galera un bel po’ di tempo, poi in esilio all’estero. Si incontrano dopo trent’anni, ... Continua a leggere »

Morto Tibbets: sganciò la Bomba su Hiroshima

Un nome legato per sempre all’orrendo epitaffio sulla Seconda guerra mondiale in Asia. «Enola Gay»: così il pilota Paul Tibbets battezzò il B-29 Superfortress che il 6 agosto 1945 sganciò la prima  bomba atomica della storia su Hiroshima, in Giappone. Enola, come la madre dell’ufficiale, allora un colonnello dell’Air Force, che — lui raccontò — fino all’ultimo nulla seppe dello spaventoso carico di ... Continua a leggere »

Terrorismo, 5 arresti a Perugia «Erano pronti al salto di qualità»

Roma — I carabinieri del Ros li hanno intercettati per mesi, hanno ascoltato le loro frasi poco rassicuranti, i progetti per tentare il «salto di qualità»: «Stiamo imprimendo un’accelerazione armata alla guerra ecologista… Vogliamo aggiungere la pratica armata al groviglio di pratiche possibili per l’abbattimento della società capitalista». Si sono convinti che era rischioso aspettare oltre. E ieri li hanno arrestati: accusati ... Continua a leggere »

America, sul genocidio armeno scontro tra il Congresso e Bush – La Turchia avverte: a rischio il rapporto strategico

Washington — «Fermare Nancy Pelosi», la speaker democratica della Camera, la donna più potente d’America, è la missione affidata dal premier turco Tayyip Erdogan a Egemen Bagis, il numero due del suo partito e il suo consigliere di politica estera. A Washington, oggi e domani  Bagis cercherà d’indurre la speaker a rimandare o a bloccare il voto di denuncia  del genocidio degli… ... Continua a leggere »

Kabul, fucilato l’assassino della Cutuli – Giustiziato domenica notte assieme ad altri 14, fra cui il rapitore della Cantoni

«È la legge — ha detto il presidente Hamid Karzai — e anche se a me non piace devo rispettarla». Così domenica notte, nel cortile del carcere-fortezza di Pol-I-Charqi quando le massicce mura già scomparivano nel buoi pece di Kabul, sono state eseguite quindici condanne a morte, le prime in Afghanistan da tre anni a questa parte. Fucilazioni. Quindici uomini giudicati colpevoli ... Continua a leggere »

Strage di Piazza della Loggia processate Rauti e Delfino

MILANO – Un anno è passato già solo dall’«avviso di conclusione delle indagini» sulla strage di piazza della Loggia a Brescia il 28 maggio 1974. Ormai sette anni sono passati dalla richiesta di arresto di Delfo Zorzi (bocciata dal gip nel 2000 ma recuperata dalla Cassazione nel 2005). Dieci anni sono trascorsi addirittura dall’iscrizione nel registro degli indagati di questa ... Continua a leggere »

Muore l’agente ferito in Afghanistan Prodi: «Un figlio caduto per tutti noi»

Roma — Massimo D’alema ha preso spunto da notizie recenti arrivate dall’Afghanistan per difendere l’attuale segretario del suo partito, Piero Fassino, ma, in fondo, una linea comune a entrambi. Durante il sequestro del giornalista Daniele Mastrogiacomo, nel marzo scorso, il segretario dei Democratici di sinistra sostenne  che si sarebbero dovuti invitare anche i talebani alla conferenza di pace auspicata allora dal ... Continua a leggere »

Scontro sulla semilibertà Amato avverte i magistrati L’Anm: basta crocifiggerci

Roma – Il più duro è il ministro dell’Interno che parla a Skynews24 quando, probabilmente, ha già raccontato l’ennesimo moto di protesta e di rassegnazione proveniente dagli apparati di polizia: «I giudici devono essere consapevoli di esercitare una responsabilità enorme e credo che lo siano…». Tuttavia…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »