mercoledì , 15 agosto 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale (pagina 4)

Articoli di giornale

Quattro terroristi occupano radio privata “Lombardia” e mandano in onda messaggi

Irruzione di terroristi ieri sera nei locali di “Radio Lombardia”, un’emittente privata vicina ai socialisti, che si trova nel seminterrato d’uno stabile di viale Gran Sasso 44, a Città Studi. Gli incursori, due uomini e due donne, tutti giovani armati di pistole, hanno sequestrato tre redattori chiudendoli legati e imbavagliati nello stanzino da bagno; poi hanno inserito nell’apparecchio di trasmissione ... Continua a leggere »

Brigate Rosse: quinto arresto alla Sit Siemens
In carcere giovane impiegata

Al ritmo di uno al giorno, i carabinieri dei nuclei speciali antiterrorismo del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa danno esecuzione agli ordini di cattura emessi dai giudici di Torino nei confronti di dipendenti dello stabilimento Sit Siemens di Settimo Milanese accusati di fare parte, in ruoli e compiti ancora non ben definiti, delle Brigate Rosse…Apri l’allegato pdf per continuare a ... Continua a leggere »

Due arresti BR

Ancora due arresti legati alla Sit Siemens nell’ambito dell’operazione antiterrorismo della magistratura torinese. È toccato prima ad un impiegato della fabbrica di Castelletto di Settimo Milanese, Giuseppe Piccolo, 28 anni. Poche ore dopo, i carabinieri hanno arrestato anche la sua compagna, Anna Nobile. 27 anni, di origine palermitana, che lavora a sua volta alla Sit Siemens di piazza Zavattari. Sembra ... Continua a leggere »

Terroristi piombano in una radio privata

Attacco terroristico, fortunatamente senza violenza alle persone, ieri sera alle 19.30 nella sede di Radio Lombardia, un’emittente che si muove nell’area vicina a socialisti e comunisti, e che ha gli studi in via Gran Sasso 44. Un commando composto da due uomini e due donne, armati, a viso scoperto, all’incirca sui vent’anni, ha fatto irruzione, legando quattro dipendenti, chiudendole nella ... Continua a leggere »

Arrestato Morlacchi, presunto braccio destro di Curcio
Affiggeva volantini delle BR sui muri del Lorenteggio

Pietro Morlacchi, 42 anni, tipografo, via Val Bavona 2/4, considerato dagli inquirenti uno dei capi storici delle Brigate Rosse e braccio destro di Renato Curcio (processato però soltanto per reati comuni, assolto per insufficienza di prove e scarcerato) è tornato a San Vittore dopo tredici mesi esatti di libertà e, questa volta, per reati “politici”: la notte del primo maggio ... Continua a leggere »

Dodici anni di terrorismo in tutto il mondo

Questi sono i dati sull’escalation del terrorismo negli ultimi anni. Sono cifre impressionanti e in continuo aumento. La violenza politica, infatti, non accenna a diminuire. In questa sintesi l’Europa detiene il triste primato del maggior numero di vittime. L’orrenda strage di Bologna gli ha ultimamente permesso di fare un ulteriore passo in avanti. Apri l’allegato pdf per continuare a leggere ... Continua a leggere »

Si cercano i killer br

Perquisizioni, specie nella zona di Sesto San Giovanni. Voci non confermate che parlano anche di arresti, forse un paio. Sarebbero questi i contorni di una nuova operazione anti-terrorismo, che i carabinieri avrebbero avviato a Milano dopo l’omicidio di Manfredo Mazzanti, il direttore delle Falck Unione, ucciso dalle Brigate Rosse. Mentre il riserbo ufficiale è rigorosissimo, fonti solitamente bene informate dicono ... Continua a leggere »

Sparatoria con i CC: due terroristi uccisi

Roberto Serafini, 26 anni, uno dei capi delle Brigate Rosse, è rimasto ucciso ieri sera in un conflitto a fuoco con i carabinieri. Con lui è rimasto ucciso Walter Pezzoli, 23 anni, già processato e assolto a Genova per appartenenza alle Brigate Rosse. Addosso al Serafini è stata trovata una carta d’identità falsa intestata a Marco Ferrari 22 anni abitante ... Continua a leggere »

Con 9 morti e 8 feriti si è concluso un altro anno di terrorismo a Milano

Antonio Cestari, appuntato di PS, due figli, avrebbe compiuto ad agosto i trent’anni di servizio. Rocco Santoro, padre di un bimbo di 18 mesi, la sera prima aveva offerto da bere ai colleghi per festeggiare il “terno al lotto”: una casa a Milano, due locali in affitto. Michele Tatulli, il più giovane dei tre, dormiva in una stanzetta del commissariato ... Continua a leggere »

Brigate rosse e Prima linea nella staffetta della morte

Nove morti e otto feriti. Questo il sanguinoso bilancio del terrorismo a Milano nel 1980. La tragica sequenza è iniziata l’8 gennaio con l’uccisione di tre agenti di pubblica sicurezza che prestavano servizio al commissariato Ticinese e si è conclusa l’11 dicembre con il ferimento di un dirigente dell’Italtrafo, Maurizio Caramello. All’escalation del terrore ha fatto però riscontro una serie ... Continua a leggere »