domenica , 17 gennaio 2021
Ultime News
Home » Articoli di giornale (pagina 33)

Articoli di giornale

Il primo giorno da uomo libero via dal carcere, poi la fuga in albergo – L’ex terrorista assediato dai fotografi. L’avvocato: vivrà a Rio

Brasilia — «Vivrà a Rio e farà lo scrittore», assicura Luis Barroso l’avvocato che lo ha difeso davanti all’Alta Corte. «È felice, finalmente rilassato dopo un periodo duro. Ha trascorso giorni di ansia, prendeva antidepressivi per dormire. Ora attende l’arrivo delle due figlie, Valentina e Charlene, che vengono da Parigi insieme a Fred Vargas. Interviste? No, non può. Non può muoversi e ... Continua a leggere »

Battisti, la rabbia di Napolitano “Lesi gli accordi con il Brasile” – Il governo: “Ricorso all’Aja”. Calderoli: boicottare i loro Mondiali

Roma — L’indignazione di Giorgio Napolitano. E di Tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, con il ministro Calderoli che si spinge perfino a chiedere di boicottare per ritorsione i prossimi mondiali di calcio in Brasile. Il no all’estradizione di Cesare Battisti — reagisce immediatamente il capo dello Stato — è una decisione «gravemente lesiva degli accordi e dell’amicizia» sottoscritta fra… Apri ... Continua a leggere »

Lacrime di Caimano: “Aja”! Grida ora il governo – Non si contano le occasioni perse con Lula dagli inquilini di Palazzo Chigi

Gli Italiani di San Paolo masticano amaro: rabbia davanti al pallido sorriso di Cesare Battisti “finalmente libero”. Ingiustizia che ha tanti padri. Lula non ha sbagliato da solo nel firmare l’ultimo documento da presidente, poco prima di passare la mano a Dilma Rousseff. Per capire il no alla richiesta di estradizione di Cesare Battisti ripassiamo i… Apri l’allegato pdf per ... Continua a leggere »

“Fuori” di testa
La Corte brasiliana libera l’assassino Cesare Battisti i nostri politici Chiedono di boicottare “calcio e sesso”

Tutti indignados anche qui da noi, adesso sì: Cesare Battisti non solo non verrà estradato, ma in Brasile, da ieri, è libero, dai suoi sostenitori, e ha già chiesto un visto di lavoro per poter mettere radici in Sudamerica. Ma l’italico orgoglio (Nel Palazzo, perché le piazze restano vuote) da destra a sinistra, passando…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere ... Continua a leggere »

Dura protesta di Napolitano per la liberazione di Battisti – «Accordi lesi dal Brasile». Berlusconi: «Non si può fare la guerra»

Roma — «Cosa dovremmo fare, la guerra al Brasile? Ricorderemo al tribunale dell’Aja» ma «non abbiamo la sfera di cristallo per prevedere come finirà». Silvio Berlusconi risponde così alle polemiche che hanno accompagnato la scarcerazione di Cesare Battisti, ex capo dei Proletari Armati per il Comunismo condannato per… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

La rabbia dei familiari delle vittime “È una beffa, non ci fermiamo qui”

BATTISTI La rabbia dei familiari delle vittime “È una beffa, non ci fermiamo qui” Maurizio Campagna non trattiene l’indignazione per la decisione Corte suprema brasiliana: “È una beffa”. Suo fratello, Andrea, era un agente di polizia morto in un agguato a Milano nel 1979. Alberto Torregiani, figlio del gioielliere ucciso dai Pac: “Battisti deve pagare”. Sabbadin: “Un altro schiaffo”. Alessandro ... Continua a leggere »

“Io, ferita due volte dalle Br”

Per Roberta l’assassino di papà Pecì «che non ho potuto conoscere» rimane clandestino: l’ex capo Br Giovanni Senzani, in libertà da febbraio, «non mi ha chiamato», dice la giovane. Nata dopo l’omicidio del genitore Roberto (agosto 1981), che aveva fiancheggiato il fratello Patrizio prima del pentimento e che le Br sequestrarono per vendetta, Roberta spera di incontrare l’ex terrorista: «Esiste un prezzo per ... Continua a leggere »

La figlia di Roberto Peci: «Aspetto di incontrare gli assassini di mio padre»

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (Ascoli Piceno) – Quando suo padre è morto lei non era ancora nata. Accadeva trent’anni fa, 1981, anno di piombo, di omicidi efferati e di grandi cambiamenti: dalla scoperta della Loggia P2 all’attentato a Giovanni Paolo II, al primo governo dell’Italia repubblicana guidato da un non democristiano. Il 10 giugno, in una strada laterale di San ... Continua a leggere »

Rossa, l’operaio che denunciò le Br

Che cosa sanno i ragazzi di oggi del terrorismo ché insanguinò e inquinò l’Italia, fece regredire il Paese, cancellò i movimenti giovanili, trasformò per lunghi anni in un incubo la vita di milioni di cittadini? Quelle livide mattine. Cominciava la giornata con il Giornale Radio delle 8 che faceva entrare nelle case le notizie dei primi morti ammazzati. Lo Stato ... Continua a leggere »

Giardini e museo interattivo nasce la Casa della Memoria – Il concorso vinto da giovani architetti genovesi

La Casa della Memoria è una scatola, le pareti esternamente coperte da tessere di terracotta grandi e piccole che raccontano, come un polittico medievale, la storia della città attraverso i ritratti dei suoi grandi protagonisti. E semplice è anche l’organizzazione degli spazi interni, duemila metri quadrati, come un grande museo interattivo con… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il ... Continua a leggere »