venerdì , 24 novembre 2017
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Art ex terroristi (pagina 10)

Art ex terroristi

Se il terrorista fa tanto chic – La Francia sbaglia a coccolare l’assasino Battisti e l’Italia anni 70 non aveva un regime repressivo

Alcune settimane fa, in un articolo sul Corriere, Bernard-Henri Lévy descriveva Cesare Battisti, l’assassino liberamente e felicemente latitante per anni in Francia di cui l’Italia ha chiesto l’estradizione che la Francia ha formalmente concesso, anche se egli è riuscito senza troppe difficoltà a fuggire in Sudamerica, dove ora è detenuto e Lévy gli ha reso visita. Lévy ne parla come ... Continua a leggere »

Scalzone, D’Elia e gli altri: così si cancella il diritto

Roma — Oreste Scalzone, da sempre abituato a non misurare le parole, è quello che ci va giù più pesante di tutti: «Paolo Bolognesi mi sembra un funzionario della pubblica celebrazione del dolore, uno che rappresentava un grumo di dolore collettivo e lo ha trasformato in una routine di mestiere». Mentre Sergio D’Elia… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Fiore, il terrorista che uccide il dialogo – Andrea Casalegno: «Si può essere ex brigatisti, ma non ex assassini»

La descrizione dell’omicidio sembra la relazione di un manager a un consiglio d’amministrazione che voglia illustrare il risultato raggiunto: «Era un’azione, sotto il profilo dell’operatività, non molto dissimile dalle altre perché richiedeva una copertura non esagerata e l’utilizzo delle stesse modalità già presente in altre circostanze… L’azione richiese due persone sull’obiettivo, una terza che fungeva da copertura con… Apri l’allegato ... Continua a leggere »

In prigione con Battisti
«Fatemi scrivere il romanzo»

Gli pongo, senza indugi, la domani che mi brucia le labbra fin dalla mia partenza da Parigi: è stato detto che, al momento del suo arresto, fosse pedinato da parecchi mesi dalle polizie brasiliana e, probabilmente, francese. È vero? «Si. Da un anno, credo. Affittavo un appartamento e loro affittavano l’appartamento di sopra. Andavo in bagno e li vedevo, sospesi in ... Continua a leggere »

«Estradate Battisti, non starà in carcere a vita» – Mastella al Brasile: ecco benefici e permessi per i condannati all’ergastolo

Roma — Il termine è stato rispettato. L’Italia ha presentato al Brasile la domanda di estradizione per l’ergastolano Cesare Battisti entro i quaranta giorni previsti dal trattato tra i due Paesi. Per l’ex terrorista militante dei «Proletari armati per il comunismo», arrestato a Rio de Janeiro il 18 marzo scorso, comincerà ora la procedura davanti al Supremo tribunale federale di… Apri l’allegato ... Continua a leggere »

Il ministro Ferrero indagato per il caso dell’ex br Ronconi

Roma — Finisce sotto inchiesta il ministro della solidarietà sociale Paolo Ferrero che aveva voluto l’ex brigatista Susanna Ronconi alla consulta delle tossicodipendenze. La procura di Roma ha aperto un’indagine sulla nomina dell’ex terrorista che aveva ricevuto l’interdizione dai pubblici… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Scalzone, reati prescritti ora può tornare in Italia

Milano — Il rifiuto della Francia di accogliere la richiesta di estradizione presentata dalla magistratura italiana ha bloccato per 20 anni negli uffici giudiziari i processi a carico di Oreste Scalzone e, ora, l’ex rappresentante dei Comitati comunisti rivoluzionari (CoCoRi), ex leader di…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

«Il mio futuro? Farò l’agitatore itinerante»

Roma — I più preoccupati sono gli avvocati e i famigliari: già era difficile gestire Scalzone confinato in Francia, figuriamoci in Italia. Tommaso Mancini, il legale che assiste a Roma, l’ha fato avvisare che per ora resti a Parigi. Se infatti a Milano i reati sono stati dichiarati prescritti, nella capitale resta… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il ... Continua a leggere »

Le radici delle Br nel «triangolo rosso» – I terroristi reggiani e il Pci. La denuncia di Otello Montanari

Quindici anni fa tirò il sasso nello stagno col famoso «chi sa parli» sui delitti del dopoguerra nel «triangolo rosso» di Reggio Emilia e dintorni. Ora muove le acque di un altro periodo, più recente e forse più violento: il terrorismo italiano che attinse forze anche a Reggio. Sotto accusa, oggi come ieri, l’atteggiamento del partito comunista italiano. «Il Pci — ... Continua a leggere »

Un pianeta sconosciuto: 5000 detenuti politici

Cinquemila detenuti politici sono chiusi nel loro isolamento fisico e morale. Dopo i dodici anni che hanno insanguinato l’Italia c’è nell’opinione pubblica voglia di dimenticare. Anche se non possono dimenticare coloro che più da vicino sono stati colpiti dal terrorismo: le famiglie delle vittime. i loro amici per i quali la tragedia non è finita. non lo sarà mai. Certo. ... Continua a leggere »