domenica , 31 luglio 2016
Ultime News
Home » Articoli di giornale

Articoli di giornale

“Così fui processato e gambizzato dalle Brigate rosse il 1 aprile 1980″

Gazzetta-del-Mezzogiorno-31-03-2016

tratto dalla Gazzetta del Mezzogiorno - 31marzo 2016 di Dino de Cesare CASALNUOVO MONTEROTARO. Il primo aprile del 1980 fu gambizzato dalle Brigate rosse. A 36 anni di distanza Antonio Iosa, un casalnovese residente a Milano, si batte per vedere riconosciuti i diritti dei familiari delle vittime del terrorismo e dei feriti sopravvissuti. Iosa, che oggi ha 82 anni, fu «punito» con ... Continua a leggere »

Accadeva 35 anni fa

Trentacinque anni fa la sera del 1° aprile 1980, presso la sezione “Luigi Perazzoli” della Democrazia Cristiana in via Mottarone, 5, nell’ex zona 20 di Milano, era in corso un dibattito pubblico tenuto dall’onorevole Nadir Tedeschi; niente faceva presagire cosa sarebbe successo alle 21,40 poco tempo dopo l’inizio dell’incontro politico. Improvvisamente nella sala ci fu l’irruzione di un gruppo di ... Continua a leggere »

Una giornata della memoria per tutte le vittime del terrorismo

Il 29^ anniversario dell’uccisione dell’onorevole Aldo Moro è occasione per ricordare tutte le vittime delle brigate rosse. Non si tratta, a questo punto, di assolvere i terroristi dai crimini commessi, né di piantare una propria bandiera su di un pezzo di storia per favorire, come succede spesso, una retorica di parte quando si celebra una “Giornata del ricordo”. Vogliamo precisare ... Continua a leggere »

“Io, gambizzato, vi racconto la mia vita distrutta dalle Br”

«Di quella sera m’è rimasto il ricordo della pistola puntata alla tempia, il terrorista che dice “se reagite sarà una carneficina”, io che lo supplico di risparmiarmi (“ho moglie e figli”), lui mi spinge contro la parete: “Inginocchiati stronzo!”». Quanti anni sono passati dall’agguato delle Brigate Rosse di via Mottarone a Milano, quattro democristiani messi contro un muro e gambizzati ... Continua a leggere »

Il trionfo degli assassini

Come era ormai scontato e ampiamente prevedibile, Marco Barbone, Paolo Morandini e con ogni probabilità anche Mario Marano non dovranno pagare alcun conto alla “giustizia” per l’assassinio di Walter Tobagi. Dopo la recente sentenza della Cassazione, che ha posto la parola fine a questa malinconica e indecorosa vicenda giudiziaria, è giunto infatti l’annuncio che i killers di Tobagi non sconteranno ... Continua a leggere »

Nadir Tedeschi un dirigente dc legato ai problemi del lavoro

Nadir Tedeschi è la figura più nota fra quanti sono stati vittime dell’attentato di questa notte. La sua vicenda politica personale si identifica con quella tormentata della DC milanese. A Milano, Nadir Tedeschi c’era venuto molti anni fa, con la prima grande immigrazione dal Veneto. Tedeschi, che ha 49 anni, è infatti nativo di Badia Polesine in provincia di Rovigo. ... Continua a leggere »

La figlia di Nadir Tedeschi risponde ai terroristi: “Non lotteremo stando a casa”

La figlia di Nadir Tedeschi, ex deputato democristiano “gambizzato” dalle Brigate Rosse la sera del primo aprile durante una riunione di partito nella sede di via Mottarone, ha inviato al “Corriere della Sera” una lettera aperta per invitare tutti i cittadini democratici e quanti si sentono esposti ai colpi del terrorismo a superare angosce e timori e a continuare normalmente ... Continua a leggere »

Piccoli in visita ai feriti dalle BR

“Sono a Milano per un atto di amore, pur nella tristezza di trovare dei nostri amici colpiti dalla violenza”. Così ha detto l’on. Flaminio Piccoli, segretario nazionale della DC, venuto nel capoluogo lombardo per recarsi negli ospedali cittadini dove sono ricoverati Nadir Tedeschi, Eros Robbiani e Emilio Del Buono (Josa invece è stato trasferito a Brescia), feriti dai brigatisti il ... Continua a leggere »

Piccoli: “Tenere i nervi saldi per sconfiggere il terrorismo”

Il segretario nazionale della DC, Flaminio Piccoli, ha visitato ieri sera al San Carlo e a Niguarda Nadir Tedeschi, Eros Robbiani ed Emilio Del Buono, tre dei quattro dirigenti feriti il 1° aprile scorso dalle brigate rosse durante un’irruzione alla sezione Perazzoli. Prima di recarsi nei due ospedali, Piccoli si è incontrato con il Comitato comunale del partito. Ad accoglierlo, ... Continua a leggere »