mercoledì , 20 giugno 2018
Ultime News
Home » Articoli di giornale » Articoli vittime » «Avete ucciso mio figlio Valerio trent’anni dopo ditemi il perché»

«Avete ucciso mio figlio Valerio trent’anni dopo ditemi il perché»

I morti degli anni Settanta (e dei primissimi Ottanta), quelli legati alla violenza politica degenerata e portata alle estreme conseguenze, sono di diversi tipi. Ci sono, tra i tanti, quelli cercati e voluti, quelli casuali, quelli sbagliati; c’erano obiettivi specifici da colpire, altri presi in mezzo solo perché capitati nel posto sbagliato al momento sbagliato, altri ancora per un errore di persona, dovuto a un cappotto o a un taglio di capelli che ha confuso gli assassini. Quasi tutti impuniti. Poi però ci sono i responsabili, ma neppure le ragioni: la giustizia non c’è arrivata, nessuno tra tanti pentiti, dichiaranti o informatori ha saputo parlarne. Uno di questi è Valerio Verbano, militante dell’estrema sinistra… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto