sabato , 6 marzo 2021
Ultime News
Home » Riflessioni » 31esimo anniversario della gambizzazione di Antonio Iosa

31esimo anniversario della gambizzazione di Antonio Iosa

Antonio Iosa 31° attentato delle brigate rosse del 1° aprile 1980 e il libro di memoria Iosa – Bazzega
“Milano e gli anni del terrorismo” per conoscere le storia e per capire le ragioni dell’oggi

Non avrei mai pensato di campare ancora per 31 anni, dopo l’attentato terroristico ad opera delle brigate rosse, avvenuto nel lontano 1° aprile del 1980. Non avrei mai pensato di celebrare nel 2011 “Il Giorno della Memoria per tutte le vittime del Terrorismo e di Stragi di tale matrice” con legge istitutiva del Parlamento Italiano dopo oltre 40 anni dagli Anni Spietati dello scontro politico, della strategia della tensione e dell’antagonismo armato eversivo di estrema destra e di estrema sinistra.
Non avrei mai immaginato di continuare a camminare con le mie gambe martoriate, dopo avere evitato, miracolosamente, l’amputazione degli arti gravemente feriti e soggetti ad innesti di by-pass e a lesioni permanenti del nervo sciatico, che mi hanno causato invalidità agli organi della deambulazione.
Ora sono qui a ricordare il tragico attentato e a testimoniare l’esperienza di un redivivo, che era stato condannato a morte e che, all’ultimo istante, fu graziato con una sparatoria alle gambe e non alle tempia per spappolarmi il cervello. Sì, sono stato “ad un passo dalla morte”! …Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto