domenica , 22 luglio 2018
Ultime News
Home » 2015 » luglio (pagina 4)

Archivi mensili: luglio 2015

Gianco, il latitante re della coca che vive nascosto in Venezuela

Non immaginatelo disteso sul lettino in una spiaggia di Los Roques a sorseggiare Martini all’ora del tramonto. Piuttosto, conoscendolo, starà vestendo i panni del piccolo imprenditore, import export tra l’Europa e il Sud America. Perchè Gianco Castriotta è un trafficante di cocaina. Quello sa fare e continua a fare. Le logiche della malavita non hanno fantasia…Apri l’allegato pdf per continuare ... Continua a leggere »

Eclissi del diritto con i teppisti da stadio

Non soltanto i politici influenti e i Vip di altre tribù pretendono leggi ad personam o la sospensione della legge nei loro riguardi. Anche clan di teppisti d’altro genere vorrebbero trattare con lo Stato e con la legge come un sindacato tratta con la proprietà di un’impresa quando si rinnovano i contratti. Che un autore di reati speri nel trionfo ... Continua a leggere »

La ricerca del desiderio artificiale che fa morire come sotto vetro

“Con l’eroina vivi sotto una campana di vetro, emotivamente e fisicamente”. Lo racconta Dino, 44 anni, un paziente di Luigi Galimberti che ha scritto Morire di piacere (Bur Saggi Rizzoli, pp. 511, €11). Il libro raccoglie alcuni casi che l’autore, psichiatra e tossicologo medico, ha affrontato durante il suo lavoro e che ha analizzato sia con i pazienti per trovare ... Continua a leggere »

Battisti libero dopo solo sette ore
Si allontana l’ipotesi di espulsione

Una via qualunque nella sterminata cintura urbana di San Paolo, venti e più milioni di abitanti. La cittadina si chiama Embu das Artes, il quartiere Villa Carmem. Un parrucchiere, un piccolo ristorante, casette intonacate e dipinte come capita: in una di queste vive da tempo Cesare Battisti, con la compagna e una bella bambina di due anni. Mulatta, come la ... Continua a leggere »

La stampa nel mirino dei terroristi
Perché fu ucciso Carlo Casalegno

Ho ritrovato nella mia biblioteca un libro dal titolo La Regina Margherita. Il nome dell’autore, Carlo Casalegno, non mi pareva del tutto sconosciuto. Con uno sforzo di memoria mi è tornato alla mente che si trattava di una vittima delle Brigate rosse. La motivazione dell’attentato non mi è molto chiara. Perché la manifestazione di protesta che venne messa in piedi ... Continua a leggere »

Scorta negata a Biagi, nessun colpevole

L’indagine finisce in archivio, perchè l’eventuale reato è prescritto dal lontano 2008. Dunque non ci saranno ulteriori accertamenti da parte del tribunale dei ministri sugli indagati Claudio Scajola – ministro dell’Interno al tempo dell’omicidio di Marco Biagi, assassinato dalle nuove Brigate Rosse il 19 marzo 2002 – e di Gianni De Gennaro, all’epoca capo della polizia… Apri l’allegato pdf per ... Continua a leggere »