lunedì , 22 ottobre 2018
Ultime News
Home » 2015 » maggio (pagina 5)

Archivi mensili: maggio 2015

Una vittima del terrorismo, militante della D.C. chiede ascolto

24-9-1984 Caro sen. Mancino, come vittima della violenza brigatista, gravemente ferito il 1/4/1980 nella sez. DC di via Mottarone in Milano assieme all’on. Tedeschi, Le trasmetto copia delle mie amare riflessioni che sottopongo alla Sua cortese attenzione assieme alla copia della lettera inoltrata oltre un anno fa al Ministro Scalfaro che non si è degnato di rispondere. Non entro nel ... Continua a leggere »

Una vittima del terrorismo chiede giustizia allo stato democratico per emendare la legge n.466

8-10-1984 Ill.mo Presidente del Consiglio dei Ministri, come vittima del terrorismo, gravemente ferita dalle brigate rosse in data 1/4/80 a. Milano. Le trasmetto copia di una mia. lettera che contiene sofferte ed amare riflessioni sul comportamento dello Stato Democratico che tanta “umanità e generosità” dimostra per i terroristi e mafiosi e tanta “ingiustizia e disumanità” per le vittime Oggi il ... Continua a leggere »

Per una vera cultura del perdono cristiano

Dicembre 1984 La mia presa di posizione di vittima del terrorismo nei confronti dei carcerati ritengo che aia coerente con la concezione di un vero perdono cristiano. Io non appartengo a quei luminosi esempi di parenti delle vittime che hanno accettato con rassegnazione cristiana la loro grande tragedia umana. Non imito i toccanti gesti dei familiari di Bachelet, della figlia dell’on. Moro ... Continua a leggere »

Il perdono Cristiano e la consapevolezza del proprio peccato la riconciliazione con dio e con il prossimo

Marzo 1985 E’ in atto nella Chiesa italiana u n grande sforzo di meditazione sul tema della Riconciliazione dell’uomo con Dio e con i propri simili . La comunità cristiana è chiamata a riappacificarsi con Dio e con il fratello offensore nello spirito del vero perdono; lasciando spazio alla misericordia di fronte alla prepotenza e all’ingiustizia. Per sapere perdonare bisogna…Apri ... Continua a leggere »

Spett.le Redazione de “La Civiltà Cattolica” – Corso di Porta Pinciana,1 Ropa

14-9-1984 Dopo l’intervista di P. Carlo Maria Martini apparsa sull’ultimo n. di “Civiltà Cattolica” sui terroristi pentiti o dissociati chi vuole ormai che s’interessi ancora, a distanza di anni, dell’angoscia, della disperazione, della dannazione dei parenti delle vittime uccise o dei feriti più gravi in attesa di un minimo di giustizia? Così come si è ritenuta giusta l’abolizione dei manicomi, ... Continua a leggere »

Una Vittima del terrorismo chiede giustizia dallo Stato

EMENDARE LA LEGGE N. 466 PER LE VITTIME DEL TERRORISMO 29/9/1984 Stim.mo Presidente della Repubblica Sandro Pertini Palazzo del Quirinale Roma Ill.mo Presidente della Repubblica, come vittima del terrorismo, gravemente ferito dalle brigate rosse in data 1/4/80 a Milano, apprezzo da anni il Suo alto senso di “umanità e giustizia” e anche il suo recente “turbamento” per il caso Naria ... Continua a leggere »

ottobre 1985 L’IMBARBARIMENTO DELLO STATO – L’INIQUITA ‘DELLA LEGGE N .466

L’IMBARBARIMENTO DELLO STATO – L’INIQUITA ‘DELLA LEGGE N .466 CHE CONCEDE SOLO SOLIDARIETA’ VERBALE AI SOPRAVVISSUTI NEGLI ATTENTA­TI E NELLE STRAGI TERRORISTICHE LETTERA APERTA Come vittima del terrorismo chiedo la parola per denunciare, ancora una volta, il grave comportamento dello Stato italiano così prodigo di riconoscimenti Legislativi “garantisti” a favore dei terroristi, dei mafiosi, dei sequestratori di persone, degli spacciatori ... Continua a leggere »

22-10-1985 Lettera Iosa N°38 a Vincenzo Filosa

Caro Filosa, in data odierna leggo sul Corriere la Tua lettera di “gambizzato dimenticato”.  Pensavo di essere il solo a protestare e a richiedere maggiore rispetto per le vittime del terrorismo rimaste invalide per tutta la vita. Come Tuo sfortunato collega, che porta sulle proprie carni le devastanti conseguenze della gambizzazione, ho cercato inutilmente di far prevalere i diritti delle vittime rispetto ... Continua a leggere »

8-4-1986 AMNISTIA ED ESIGENZA DI GIUSTIZIA NELLA RICERCA DELLA VERITÀ’

8 aprile 1986 (Riflessioni di Antonio Iosa vittima del terrorismo e presidente del Circolo culturale”Carlo Perini”) 1) La psicologia della vittima, sopravvissuta ad un attentato, è improntata a superare la sua penosa esperienza dimenticando e cercando di parlare il meno possibile per cancellare dal suo animo il triste ricordo. Tale condizione tocca da vicino le vittime rimaste leggermente ferite, ma ... Continua a leggere »

10-1-1986 Lettera Iosa N°36

Ai Sigg. Onorevoli Parlamentari della commissione ristretta per l’esame degli emendamenti alla legge n.466 del 13/8/1980 Venuti a conoscenza del testo degli emendamenti alla citata legge da parte del Comitato ristretto e dei relativi emenda meriti del Governo, a nome delle vittime formuliamo le seguenti osservazioni, che, ci sembrano rispondere meglio alla loro tutela: – art 1 – va bene il ... Continua a leggere »