sabato , 15 dicembre 2018
Ultime News
Home » 2015 » maggio (pagina 2)

Archivi mensili: maggio 2015

Lettera Iosa N°75 – 24 giugno 1990

Dopo anni di ritardo è approdata alla Camera una legge a favore delle vittime del terrorismo. Purtroppo nella seduta di discussione non si è giunti alla approvazione del testo (pur essendoci stato accordo preliminare in Prima Commissione) ed è stata rinviata a data imprecisata. Motivo sconcertante e grave…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

27/7/1990 “Strage 2 agosto stazione di Bologna”

Il Circolo culturale “C. Perini” aderisce all’iniziativa di solidarietà per l’associazione Familiari Vittime nella “strage del 2 agosto 1980″ e condivido la sostanza della bozza di documento inviato, sottoscrivendolo a pieno titolo, anche se, nella. stesura. finale, il testo dovrebbe essere più scorrevole, direi quasi giornalistico a fino che possa essere compreso, nei suoi contenuti, dal maggior numero di cittadini…Apri ... Continua a leggere »

Amarezza e dolore: la grazia a Curcio e la legittimazione del terrorismo

Settembre 1991 Caro Direttore, Al momento del mio ferimento l’ultimo grido di battaglia del gruppo di fuoco della colonna Alasia fu: “ecco la fine che meritano i servi del Governo Cossiga”! Era il 1 aprile 1980 allorché, in un’azione di rappresaglia per l’uccisione di 4 terroristi in via Fracchia a Genova, i brigatisti fecero irruzione in una sezione periferica della ... Continua a leggere »

Perché il grande “esternator” sen. Francesco Cossiga deve dimettersi da presidente della repubblica per il bene del popolo italiano e per dare dignità alla nazione.

Perché il grande “esternator” sen. Francesco Cossiga deve dimettersi da presidente della repubblica per il bene del popolo italiano e per dare dignità alla nazione. In Italia, per fortuna non abbiamo né un Re, né una Repubblica Presidenziale e anche il sen. prof. Francesco Cossiga, come qualsiasi cittadino, è tenuto a rispettare le leggi e la Costituzione del nostro Stato. ... Continua a leggere »

Terrorismo: indulto agli assassini l’ultima beffa

Renato Curcio pontifica :” serve un indulto e subito”! Immediata è la resa dello Stato al “progetto d’indulto” per i 276 e:x: terroristi, detenuti politici né pentiti, né dissociati, ma autori di atroci delitti di sangue e che già godono di tutti i benefici del regime di semilibertà per gli effetti della legge Gozzini. Con inaudita vigliaccheria, pari a quella ... Continua a leggere »

Il caso di Renato Curcio e noi vittime dimenticate! La semilibertà all’ideologo delle Brigate rosse

Renato Curcio ha ottenuto la semilibertà. dal Tribunale di sorveglianza di Roma. Il fondatore delle brigate rosse e l’olimpo della lotta armata possono essere più che soddisfatti per sperare in una “soluzione globale di indulto a favore di tutti i terroristi, irriducibili compresi, e degli esuli politici che, dopo avere evitato il carcere, si stanno preparando per rientrare trionfalmente in ... Continua a leggere »

Fuori i terroristi dal carcere – dentro i familiari delle vittime e i feriti scampati che non riescono a dimenticare 20 anni di piombo e di sangue

E’ giunto forse il momento, in questo delegittimato Parlamento italiano, di chiudere definitivamente il capitolo del terrorismo mettendo fuori dal carcere i 276 detenuti politici e imprigionando migliaia di familiari delle vittime e i feriti scampati che non riescono a dimenticare 20 anni di piombo e di sangue. Non è scandaloso il fatto che gli ex brigatisti, buon ultimi M. Moretti ... Continua a leggere »

Lettera Iosa N°68 al direttore de “Il Manifesto” – 18/11/93

Il caso Gallinari , ‘leggo su “Il Manifesto” del 17 c.m. un intervento del sen. Emilio Molinari su “Gallinari ,una questione di cuore”. Come vittima del terrorismo, citato nell’articolo a sproposito, voglio precisare che nessuno meglio d i me può comprendere le sofferenze umane di Gallinari portatore di by-pass alle coronariche e d i ischemia. E’ sorprendente che l’amico Molinari ... Continua a leggere »

L’Assassinio dell’ on. Moro e il diritto alla verità

Caro Direttore, Le recenti polemiche sulla ricostruzione della “verità storica” sul delitto Moro, impongono ai parenti delle vittime e ai sopravvissuti agli atti terroristici l’obbligo politico, civile e morale di chiedere ad alta voce il rispetto della giustizia, della legalità, della certezza della pena, della ricerca della verità e della tutela della “memoria” dei caduti sotto il piombo brigatista. Con ... Continua a leggere »

Renato Curcio: “Lezione di terrorismo” al Salone del Libro di Torino

Il missionario e predicatore dell’ideologia sulla violenza e la lotta armata, Renato Curcio, ha presentato al Salone del Libro di Torino il 1° volume “La mappa perduta: una ricerca sulla storia del terrorismo in Italia”. Curcio approfitta del suo stato di semilibertà, concesso da uno Stato “clemente e misericordioso”, per indottrinare i giovani come maestro indiscusso del periodo degli anni ... Continua a leggere »