domenica , 22 luglio 2018
Ultime News
Home » 2014 » novembre (pagina 3)

Archivi mensili: novembre 2014

Legge Regionale 18 gennaio 2010 ,n. 1

Sostegno alle attività di studio e memoria sui fondamenti e lo sviluppo dell’assetto democratico della Repubblica (BURL n. 3, 1° suppi. ord. del 21 Gennaio 2010 ) urn:nir:regione.lombardia: legge: 2010-01-18; 1 Art. 1 (Finalità) 1. Con la presente legge la Regione Lombardia sostiene interventi finalizzati allo scopo di studiare, approfondire e mantenere viva la memoria dei fatti che hanno segnato ... Continua a leggere »

Bilancio di Previsione 2008

1 – Integrare le previsioni di spesa di cui il codice ministeriale: 1050203 per l’importo di euro 40.000,00 2 – Prelevando dalle previsioni di spesa di cui al codice ministeriale: 1010303 Finalizzazione dell’emendamento L’istituzione di un “Fondo per la memoria” costituito da un premio da riconoscere all’opera da riconoscere al’opera teatrale…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Dresda città mattatoio: 13-14 Febbraio 1945

La visita a Dresda Dresda, è soprannominata la cosmopolita “Firenze del Nord” . La città fu fondata, nel 1270 durante lAlto Medioevo, periodo in cui si moltiplicarono i castelli medioevali e divenne il più importante porto fluviale dell’Elba. Dal 1485 è la capitale della Sassonia. La città raggiunse il massimo splendore durante il regno di Federico Augusto I “Il Forte” ... Continua a leggere »

Il ragazzo dalla sciarpa Rossa

È dalla Francia che dobbiamo partire per raccontare la storia di Giuseppe De Zorzi Naco Il padre Giuseppe Antonio (Auronzo 1897-Milano 1949), era emigrato nel 1919 a Péronne, nel dipartimento della Somme, a causa della crisi economica che dopo la prima guerra mondiale aveva segnato il destino di molte famiglie, specie di quelle che traevano sussistenza dall’attività agricola. Nel piccolo ... Continua a leggere »

«Anni di piombo, ferita che sanguina ancora»

«Agnese», «Franco». Tra loro si chiamano per nome, con una famigliarità inedita, che colpisce. Lei è Agnese Moro, figlia dello statista ucciso dalle Br il 9 maggio 1978. Lui è Franco Bonisoli, classe 1954, ex brigatista con un ruolo ai vertici dell’organizzazione, partecipazione a varie azioni armate e condanne per un totale di quattro ergastoli e 105 anni di carcere. Destini ... Continua a leggere »

“Percorsi di Legalità e Giustizia”

Milano 15 Novembre 1387/2014 15 novembre 2014 – “ La trincea della Legalità e Giustizia” da Quarto Oggiaro periferia nord, al quartiere Barona periferia Sud di Milano Esprimo il mio riconoscente saluto ai partecipanti alla Prima Giornata sui “Percorsi di Legalità e Giustizia”, per sperimentare strategie e itinerari, per elaborare azioni di contrasto non violento contro tutte le mafie , ... Continua a leggere »

15 novembre 2014, Spettacolo teatrale “IN GINOCCHIO: STORIE DI MAFIA”

15 NOVEMBRE, ore 15, presso il CAM di via Lessona, 20 – Milano. Replica Spettacolo Teatrale “IN GINOCCHIO: STORIE DI MAFIA” scritto e interpretato da Luca PRIVITERA ed Elena FERRETTI; Regia di Sergio LO VERDE. 15 NOVEMBRE, ore 16.15 – 19, convegno “PERCORSI DI LEGALITA’ E GIUSTIZIA” presso Sala Torretta di Villa Scheibler, via F. Orsini, 21 – Milano Saluto ... Continua a leggere »

Il mistero di Fausto e Iaio è cronaca che commuove

…getto estetico (per così definirlo, del resto in un modo pertinente). Scaturiva dal fatto che avevo visto rivedere un triste passato, dal fatto che era triste e che era un passato. In più questo passato riviveva nei modi sostanzialmente emotivi in cui era rivissuto già tante volte (penso ai film di Giordana o di Bertolucci). Ma codesti Modi non erano ... Continua a leggere »

“Una strada o una piazza per l’ultimo ucciso dalle Br”

Raffaele ha gli occhi lucidi: «Che c’è di male – si chiede se ancora oggi mi commuovo?». Già, che c’è di male? Stringe tra le mani la foto di suo fratello Seby, Giovane palermitano del quartiere dell’Arenella, emigrato a 6 anni a Moncalieri, borgata Santa Maria, via Saluzzo, casermoni Anni 50 in mattoni rossi. «Da quando me l’hanno ucciso sono passati quasi ... Continua a leggere »

Maurizio Puddu – Presidente dell’associazione vittime del terrorismo. Lottò per conservare la memoria degli anni di piombo

So che sto per andarmene. ?via non lascerò questa terra se prima non avrò raggiunto l’obiettivo per il quale ho speso gli ultimi 30 anni della mia vita”. Era la vigilia dello scorso Natale. A Maurizio Puddu, presidente dell’Associazione nazionale vittime del terrorismo, i medici avevano appena diagnosticato un tumore. Ma lui non aveva perso la voglia di scherzare. E ... Continua a leggere »