sabato , 1 ottobre 2016
Ultime News
Home » 2014 » novembre

Archivi mensili: novembre 2014

Cosa succese, come ci si sente quando i terroristi piombano in una tranquilla riunione e sparano?

Ho raccomandato o Davide e a Christian di fare i bravi e di andare a letto. Poi ho detto ciao a mia moglie, mi sono infilato il coppetta e sono uscito di casa…» mi racconta Antonio Iosa. Avevo deciso di andare alla sezione DC per ascoltare un intervento di Nadir Tedeschi sulla situazione politico quale. Una sera tranquilla, come le… ... Continua a leggere »

Il terrorismo e lo stragismo dalla parte delle vittime

Sono passati 25 anni dal quel lontano 1 aprile 1980 (ma è davvero così lontano?), quando un commando di brigatisti rossi della colonna «Alasia», in un’azione di rappresaglia per l’uccisione di quattro terroristi in via Fracchia a Genova da parte delle Forze dell’Ordine, fecero irruzione, armati e incappucciati , in una sezione periferica della Democrazia Cristiana, in via Motttarone a ... Continua a leggere »

Dalla fiducia nell’uomo la forza di continuare

Sono passati più di otto mesi e oggi il presidente del Circolo culturale “Perini”, Antonio Josa, riesce a sorridere mentre si definisce il “gambizzato più sfortunato d’Italia”. I colpi di rivoltella sparati da un commando di brigatisti la sera del 1° aprile nella sede democristiana di via Mottarone gli anno lasciato un segno indelebile: tutte e due le gambe sono ... Continua a leggere »

Vittorio Occorsio, nipote del pm ucciso: «Mio nonno e il valore delle sue idee»

Roma – Il ricordo più struggente può avere il sapore di una pasta al burro, scotta e un po’ sciapa. Che neanche hai mai assaggiato. E che però rappresenta le tue origini, il tuo vero nome, il tuo destino. Quello di Vittorio Occorsio, 21 anni, studente di giurisprudenza: «Me l’hanno raccontato tante volte, quel piatto di pasta. L’ultimo di mio nonno, ... Continua a leggere »

Erano della banda del fuorilegge «Draga» i due nappisti che con i complici hanno seminato il terrore a Monforte

Un altro giorno di terrore e di morte nel centro di Milano. Preso in ostaggio assieme ai figli di due anni da quattro evasi che avevano appena rapinato l’ufficio postale di via Castel Morrone 2, Giuseppe Saporito, trentacinque anni, operaio, è stato ucciso ieri con un colpo di pistola al cuore durante un drammatico conflitto a fuoco tra banditi, polizia ... Continua a leggere »

26 NOVEMBRE, “ITALIA INTERROTTA Percorsi didattici sul Terrorismo e lo Stragismo”

26 NOVEMBRE, ore 9.30, ad iniziativa di AIVITER, ANPI, Associazione Strage di Piazza Fontana e col patrocinio del Consiglio di Zona 3, che ha elaborato il Progetto “ITALIA INTERROTTA Percorsi didattici sul Terrorismo e lo Stragismo”, si terrà l’incontro con i docenti e gli studenti, presso Auditorium Comunale di via Valvassori Peroni, 56 – Milano. Partecipano: Giovanni BIANCONI – scrittore ... Continua a leggere »

COMUNICATO STAMPA AIVITER: GALLINARI SENZANI LE VERITÀ’ NON DETTE – Iniziative

Torino 26 ottobre 2010 Di fronte alla liberazione di Giovanni Senzani e alla richiesta liberazione condiziona le di Prospero Gallinari, che l’Assocìazi italiana Vittime del terrorismo giudica come ulteriore offesa vittime , si esprimono alcune considerazioni. Occorre ricorda re come molte sentenze di condanna dei responsabili dei fatti di terrorismo sia state emesse sotto un legislazione premiale: la cosiddetta legge ... Continua a leggere »

25 NOVEMBRE,“VI.TE – Milano e la Lombardia alla Prova del Terrorismo”

Programma “PERCORSI DIDATTICI DOCENTI-STUDENTI” NELL’INCONTRO CON LO SCRITTORE GIOVANNI BIANCONI E I FAMIGLIARI DELLE VITTIME DEL TERRORISMO – OBIETTIVI MIRATI su “Milano e gli spietati anni di piombo (1969/1984)” 25 NOVEMBRE, NELL’AMBITO DELLA MOSTRA “VI.TE – MILANO E LA LOMBARDIA ALLA PROVA DEL TERRORISMO” ORE 9.30 – 1230 INCONTRO SU “MILANO E GLI ANNI DI PIOMBO – OBIETTIVI MIRATI”, PRESSO ... Continua a leggere »

Statisti: Ignazio La Russa al funerale del terrorista Nico Azzi

..mica cazzi… mica ai funerali di uno qualsiasi… e poi, tutto quel pattume fascista… non mancava niente: labari, aquile, fasci littori, saluti romani, teste rapate e teste di cazzo… Nico Azzi non è uno qualsiasi: è un terrorista condannato per le bombe sul treno Roma­ Torino del 7 aprile 1973. Terrorista e coglione, visto che riuscì, nel tentativo di innescare ... Continua a leggere »

COMUNICATO STAMPA AIVITER: GALLINARI SENZANI LE VERITA’ NON DETTE

Torino 26 ottobre 2010 Di fronte alla liberazione dì Giovanni Senzani e alla richiesta liberazione condizionale di Prospero Gallinari, che l’Associazione italiana Vittime del terrorismo giudica come ulteriore offesa alle vittime, si esprimono alcune considerazioni. Occorre ricordare come molte sentenze di condanna dei responsabili dei fatti di terrorismo siano state emesse sotto una legislazione premiale: la cosiddetta legge sui pentiti, ... Continua a leggere »