lunedì , 25 giugno 2018
Ultime News
Home » 2013 » settembre (pagina 2)

Archivi mensili: settembre 2013

Pentiti

pentitiSidoni

Pentiti Paolo Sidoni e Paolo Zanetov, Newton Compton editori Dalla Banda della Magliana alle Brigate Rosse Il più completo archivio sui pentiti italiani Storia segreta dei criminali diventati collaboratori di giustizia Patrizio Peci Felice Maniero Saverio Morabito Angelo Epaminonda Maurizio Abbatino e molti altri Il pentitismo è diventato, nel tempo, un vero e proprio fenomeno sociale. In Italia, in particolare, ... Continua a leggere »

La linea dura verso gli Anarchici «Terrorismo» le fiame al bancomat

Roma — Anche un’organizzazione «priva di centro decisionale, caotica e nello stesso tempo orizzontale, dove nessun gruppo imponga la propria autorevolezza», può diventare una «associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico», sulla scia delle bande armate degli anni Settanta. E poco importa che sia «informale», fatta di«mille singoli o gruppi che non si conoscono tra loro». Basta l’adesione a ... Continua a leggere »

L’ape e il comunista Il più importante documento teorico scritto dalle brigate rosse

L'apeEilComunista

“L’ape e il comunista” rappresenta la riflessione teorica più completa scritta dalle Brigate Rosse; il punto d’approdo della loro analisi dieci anni dopo la loro formazione, avvenuta a Milano nel 1970. Un lungo scritto che, nato in carcere dalla penna dei militanti delle BR reclusi, approfondisce i principali temi politici ed economici della società moderna. Un libro controverso, scandaloso, che ... Continua a leggere »

“Una stella incoronata di buio. Storia di una strage impunita”

TobagiLibro

Una stella incoronata di buio. Storia di una strage impunita Manlio lavora in fabbrica fin da ragazzo; Livia studia per diventare insegnante. Quando si incontrano e si innamorano decidono di condividere tutto. Anche la mattina del 28 maggio 1974, in piazza della Loggia, sono insieme. Per puro caso, però, quando la bomba scoppia, Manlio sopravvive. Livia no. Da quel giorno, ... Continua a leggere »

“Aula 309”

Aula309

Storia del giudice Guido Galli ucciso da Prima Linea “Ci sembra che da oggi tante cose belle abbiano cambiato nome. Da oggi sarà come se si chiamasse Guido il candore delle nevi. Da oggi sarà come se si chiamasse Guido il verde tenero dei prati; Guido il sole timido di questa primavera e quello di tutte le primavere che verranno, ... Continua a leggere »

“Ricordare Stanca”

978882005219_Coco_Ricordare.indd

Massimo Coco, ed. Sperling & Kupfer0 “Ricordare Stanca ” 14 Marzo 2013 – Presentazione libro di Massimo Coco “Ricordare stanca”presso Urban Center Maestro Coco, ho sperato che tu portassi il “Violino” per farci un concerto di musica classica, al contrario hai portato il tuo libro “Ricordare Stanca” che, leggendolo, in molti punti, mi sono fischiate le orecchie! A pagina 63 ... Continua a leggere »

“Il sogno che uccise mio padre”

ilSognoCheUcciseMioPadre

Storia di Ezio Tarantelli ucciso dalle Brigate Rosse Ezio Tarantelli cade sotto una raffica di mitra il 27 marzo del 1985 all’uscita della Sapienza di Roma, dove insegna. Le Brigate Rosse colpiscono così uno dei grandi artefici della riforma del lavoro, l’uomo simbolo della lotta all’inf lazione, l’economista che ha osato mettere in discussione la scala mobile e il cui ... Continua a leggere »

LA STRATEGIA EVERSIVA TERRORISTICA OGGI I NO TAV E IL CATTIVO MAESTRO ERRI DE LUCA I FILM SUL TERRORISMO RIAPRONO LE CICATRICI DEI FAMILIARI DELLE VITTIME – AL FESTIVAL LOCARNO IL TERRORISTA SENZANI, ATTORE NEL FILM “SANGUE” GLI ANNI DI PIOMBO SULLE MIE GAMBE

Milano Settembre 2013 RIFLESSIONE DI ANTONIO IOSA LA STRATEGIA EVERSIVA OGGI In occasione della Cerimonia pubblica per ricordare le vittime nell’XI Anniversario della Strage New York, organizzata alla Provincia di Milano in Largo 11 Settembre, mi è stata rivolta la seguente domanda da un autorevole esponente presente: “Perché l’ Italia è l’unico Paese dell’Europa, dove ancora alligna la violenza politica ... Continua a leggere »

Due anni di terrorismo No Tav: che vergogna la resa dello Stato

Ancora uno. Un altro, l’ennesimo. Ancora un attentato. Uno in più nella lunga, intollerabile, lista di violenze, agguati, assalti cominciata nell’estate del 2011. Un bollettino di guerra. Scritto con la penna intinta nel sangue e nel veleno di chi ha deciso, fin dal primo istante in cui vide la luce il progetto Tav, che in Val de Susa sarebbe stata ... Continua a leggere »

«Hanno vinto loro, sono peggio della mafia»

Torino Tutto è cominciato così. dalla compagna «C’è lavoro e lavoro» che i No Tav lanciarono nell’estate 2011 per boicottare le aziende che avrebbero preso parte ai lavori per l’alta velocità. Presto, dalle parole e dalle accuse di «collaborazionismo» si è passati ai fatti. E la situazione è via via degenerata, trasformandosi in uno stillicidio di attentati. È in questo clima di imbarbarimento, ... Continua a leggere »