domenica , 26 giugno 2016
Ultime News
Home » 2013 » aprile

Archivi mensili: aprile 2013

Il superlatitante dichiarato morto Mistero sul killer di Prima Linea

L’ultima traccia è di quasi undici anni fa. La data della misteriosa fuga dal suo passato e da una condanna per triplice omicidio. Ma nel’appartamento in via Kennedy 29/b a San Donato Milanese c’è rimasto solo il fantasma di Maurizio Baldasseroni. Killer di Prima Linea, è stato condannato in contumacia all’ergastolo con l’amico di sempre e compagno di fuga Oscar ... Continua a leggere »

A lezione di legalità con le vittime del terrorismo

Un incontro per promuovere la coltura della legalità tra i più giovani, come antidoto alla rassegnazione. Domani, 24 aprile, all’istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera «Carlo Porta» di via  Uruguay, gli studenti delle classi quinte incontreranno, nell’ambito del progetto Educazione alla legalità, alcuni esempi… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

A lezione di legalità con le vittime del terrorismo

Un incontro per per promuovere la coltura della legalità tra i più giovani, come antidoto alla rassegnazione. Domani, 24 aprile, all’istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera «Carlo Porta» di via Uruguay, gli studenti delle classi quinte incontreranno, nell’ambito del progetto Educazione ala legalità, alcuni esempi di come comportarsi  «diversamente» (e cioè in maniera «onesta, democratica e solidale»). Come… Apri l’allegato ... Continua a leggere »

Un parco per Di Cataldo maresciallo ucciso dalle Br

Gli ombrelli colorati sotto la pioggia, gli zaini impermeabili degli scout, gli stivaletti in plastica dei bambini. Il diluvio di ieri non ha fermato la folla accorsa a rendere omaggio a Francesco Di Cataldo, il maresciallo maggiore della Polizia penitenziaria ucciso dalle Brigate rosse il 20 aprile 1978. In occasione dei 35 anni dalla morte il Comune gli ha intitolato ... Continua a leggere »

Parco intitolato al maresciallo Di Cataldo: nel ’78 fu ucciso dalle Br

Il Comune oggi intitolerà un parco al maresciallo maggiore Francesco Di Cataldo (foto), ucciso dalle Brigate rosse la mattina del 20 aprile del 1978, sotto casa, in via Ponte Nuovo, mentre raggiungeva la fermata della 44 per andare al lavoro. Verrà ricordato proprio lì, nel parco tra le vie Ponte Nuovo e Tremelloni, oggi alle 11, con il consiglio di ... Continua a leggere »

Intitolazione parco a Francesco Di Cataldo 20 aprile 2013 – Cerimonia Francesco Di Cataldo, Guardia penitenziaria -Vittima del terrorismo, ucciso dalle b.r. il 20/04/78 – Intitolazione “Parco” in via Ponte Nuovo(ang. Via Tremelloni)

20 aprile 2013 Intitolazione parco a Francesco Di Cataldo Intervento Giuliano Pisapia – Sindaco Comune di Milano Cari amici, È sempre doloroso ricordare un cittadino morto mentre compiva il proprio dovere al servizio della comunità, un servitore dello Stato ucciso mentre lavorava per garantire a tutti noi sicurezza e legalità. Milano però non vuole dimenticare i fatti dolorosi che hanno segnato ... Continua a leggere »

L’ultimo delitto degli anni di piombo Ruffilli, indagato un altro brigatista

ROMA -L’ultimo delitto degli anni di piombo fu consumato in un sabato pomeriggio di venticinque anni fa, nel chiuso di un appartamento del centro di Forlì. Il 16 aprile 1988 un «nucleo armato» delle Brigate rosse uccise Roberto Ruffilli, il senatore democristiano consigliere del neo-presidente del Consiglio Ciriaco de Mita. *Era uno dei migliori quadri politici della Dc, uomo chiave ... Continua a leggere »

33esimo anniversario della gambizzazione di Antonio Iosa Il ricovero agli Spedali civili di Brescia: inizia il calvario del “Barone dimezzato” Antonio Iosa

Le riflessioni sul mistero del dolore, della solitudine e della diffusa violenza -33 anni dopo l’attentato. Per la gravità delle ferite non avrei mai immaginato di campare ancora per tanti anni I giorni della mia degenza ospedaliera erano caratterizzati da un’alternanza di attese e speranze, di preoccupazioni e di angosce. Avevo timore, per il futuro, di non potere più deambulare ... Continua a leggere »