giovedì , 26 aprile 2018
Ultime News
Home » 2012 » aprile (pagina 2)

Archivi mensili: aprile 2012

Cerimonia d’intitolazione del “Parco Teramo” dedicato a Andrea Campagna 21 aprile 2012 – Cerimonia d’intitolazione del “Parco Teramo” dedicato a Andrea Campagna agente di PS della Digos, ucciso il 19 Aprile 1978 dal terrorista Cesare Battisti del PAC

21 aprile 2012 Cerimonia d’intitolazione del “Parco Teramo” dedicato a Andrea Campagna, agente di PS della Digos, ucciso il 19 Aprile 1978 dal terrorista Cesare Battisti del PAC Intervento del Sindaco di Milano, avv. Giuliano on. Pisapia Cari Amici, Milano oggi dedica il “Parco Teramo” ad Andrea Campagna, agente di Pubblica Sicurezza ucciso il 19 Aprile 1979, in un barbaro ... Continua a leggere »

La società civile ha ricordato l’agente Andrea Campagna

Una celebrazione partecipata e all’insegna dello spirito civico quella in suffragio dell’agente della Polizia di Stato Andrea Campagna, di origini andreolesi, ucciso a Milano il 19 aprile 1979 dal terrorista dei “Pac’ (proletari armati per il comunismo) Cesare Battisti. La messa è stata celebrata ieri pomeriggio nella chiesa matrice di S. Andrea Jonìo da don Francesco Palaia, che si è ... Continua a leggere »

Un parco della lombarda Milano ricorderà il calabrese Campagna

Sant’Andrea Jonio. La Calabria e la Lombardia, due regioni unite dai forti processi emigrativi e, oggi, unite anche dal ricordo delle vittime del terrorismo degli anni di piombo. Questo legame sarà suggellato dall’imminente intitolazione di un parco di Milano, il Parco Teramo, ad Andrea Campagna, l’agente di pubblica sicurezza originario di S. Andrea Jonio ucciso il 19 aprile 1979 nel ... Continua a leggere »

Brescia, radiografia di una Strage la bomba, le bugie, le prove sparite

BRESCIA — Rispetto alle altre stragi che hanno insanguinato l’Italia e seminato terrore secondo gli intenti degli «Strateghi della tensione», quella di piazza della Loggia è in caso a parte. Secondo quel che è emerso da.tutte le indagini su tutti gli attentati di quel disgraziato e politicamente incerto periodo (1969-1974), anche gli 8 morti e 102.feriti di Brescia rientrano nel disegno ... Continua a leggere »

Brescia, la strage impunita Quattro assolti in Appello

Brescia — A far male non è solo l’assoluzione, la nona su dieci processi, che chiude forse per sempre la caccia ai colpevoli della strage di piazza della Loggia. A far male sono anche e soprattutto le parole che alle 11 e 10 minuti il presidente della Corte Enzo Platè pronuncia in cosa al verdetto: «…Condanna le parti civili al ... Continua a leggere »

Dai celestini svuotati ai depistaggi Piazza della Loggia, la storia negata

BRESCIA – Ormai sembra proprio finita, anche se formalmente ancora no. Mancano le motivazioni del verdetto di ieri,e verosimilmente la Cassazione. Poi c’è un’indagine aperta al tribunale dei minori, a carico di un sedicenne dell’epoca il quale – secondo un testimone che ha taciuto il particolare per diversi lustri – avrebbe confessato di aver partecipato all’esecuzione della strage. Ma dopo ... Continua a leggere »

I miei 38 anni con la bomba che sento ogni giorno

Brescia — Il 28 maggio di 38 anni fa non è morto. Ma la bomba scoppiata in piazza della Loggia gli ha rubato una parte di vita.Quella che gli era più cara: i sogni, le speranze, le aspettative. Aveva 27 anni, un buon lavoro da impiegato alla Franchi Armi, l’impegno sindacale alla Cgil e la voglia di girare il mondo.Aveva ... Continua a leggere »

Avevamo tutte le prove per arrivare alla verità

La pista nera delle stragi nasce da lui: Giancarlo Stiz, il giudice trevigiano che nel gennaio del 1971 raccolse la testimonianza dell’insegnante di Maserada sul Piave Guido Lorenzon. Una soffiata che mise il magistrato di Treviso sulle tracce di Giovanni Ventura, l’editore e libraio di Castelfranco Veneto amante degli estremismi di destra e di sinistra, e poi dell’ideologo delle trame ... Continua a leggere »

«Nuove Br, violenza o terrorismo?»

Milano — Le nuove Brigate rosse-Partito comunista politico militare (Pcpm), azzerate nel 2007 dall’inchiesta del pm Ilda Bocassini, intendevano esercitare una violenza di tipo «comune» su bersagli mirati con finalità eversive, oppure una violenza «terroristica» che accettava il rischio di vittime collaterali o addirittura voleva colpire indiscriminatamente la popolazione per suscitare panico e destabilizzare gli assetti istituzionali? Sta in questa sottile differenza giuridica ... Continua a leggere »

«Io difendo il film di Giordana»

«Adesso basta». Comincia così la lettera che Carlo Arnoldi, presidente dell’Associazione familiari di Piazza Fontana, ha deciso di scrivere «a titolo personale perché stanco di tutte le polemiche mosse intorno al film Romanzo di una strage». «Il 12 dicembre 1969 ho perso mio padre», ricorda, e «quando l’anno scorso ho appreso che Marco Tullio Giordana aveva preso i diritti del libro La verità ... Continua a leggere »