mercoledì , 7 dicembre 2016
Ultime News
Home » 2011 » luglio

Archivi mensili: luglio 2011

Terrorismo, le famiglie delle vittime ancora aspettano la legge «dimenticata»

Nelle stragi di Stato e negli attentati degli anni di piombo hanno perso figli, mogli, mariti, amici, Oppure il hanno visti restare disabili, incapaci di lavorare, segnati per sempre. Era il 1969 e la bomba in piazza Fontana a Milano inaugurava gli anni del terrorismo. Oggi, a più di 40 anni, i famigliari delle vittime e i superstiti, sono ancora costretti ... Continua a leggere »

Quel cuscino d’Indifferenza che ci separa dai nostri soldati

In ogni caso costringono a un bilancio, a guardarsi indietro, per decidere se 40 è un numero grande o piccolo, se il prezzo è ancora un prezzo adeguato. Gli organi d’informazione hanno dato notizia del decesso con la compostezza propria di questi casi:…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Ucciso il fratello di Karzai il volto oscuro del potere

Come si conviene a quello che è stato «l’uomo ombra» nel decennio dell’Afghanistan governato dai Karzai, i dettagli dell’omicidio di Ah­mad Wali, il fratello minore (solo da parte di padre) del presidente afghano, restano poco chiari. È certo che stato ucciso da un amico fidato, forse da due proiettili al ventre mentre usciva dal bagno, avvolto da un asciugamano. O ... Continua a leggere »

Tenta di disinnescare un ordigno nascosto Ucciso parà italiano – Marchini, 28 anni, era un esperto artificiere

la vittima numero 40 si chiama Roberto Marchini, paracadutista, caporal maggiore della Folgore. Con la morte di questo giovane di 28 anni, l’Afghanistan si conferma sempre più una terra maledetta per gli italiani. Originario di Caprarola, in provincia di Viterbo, Marchini ha perso vita nella zona desertica di … Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

La figlia di Moro all’ex brigatista “La condanna non restituisce giustizia”

Il Giusto è Aldo Moro, sottolinea Nando dalla Chiesa; e Moro è la figura che lega la donna con i capelli grigi e ricci, e l’uomo con la camicia azzurra che le siede accanto, nel cortile di Tursi. Lei è Agnese Moro, figlia dello statista che l ‘uomo, Franco Bonisoli, allora membro della direzione strategica delle BR, ha rapito in ... Continua a leggere »

L’ex terroristi su Facebook: Nella mia vita solo danni

Milano — «Tra pochi giorni compio 60 anni. Il bilancio si fa in fretta: non ho combinato un cazzo. A parte i danni». Tra questi la partecipazione agli omicidi del militante missino Enrico Pedenovi nel ’76 e del brigadiere Giuseppe Ciotta nel ’77, per i quali sarebbe poi stato condannato a soli 27 anni anziché all’ergastolo in quanto «non irriducibile». È Enrico Galmozzi, oggi ... Continua a leggere »