lunedì , 22 ottobre 2018
Ultime News
Home » 2008

Archivi annuali: 2008

La Casa della Memoria come simbolo di Libertà

La memoria è il fondamento della libertà. Milano ha scelto di realizzare una Casa della Memoria e ha identificato con chiarezza un metodo e un obbiettivo. Confermo quanto avevo definito il 12 dicembre con l’assessore Verga: a gennaio convocheremo le associazioni coinvolte per dare vita al progetto… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Serve un progetto condiviso per la Casa della Memoria

La scelta è quella dell’apertura al contributo di tutti. Vogliamo intrecciare con il territorio un discorso di memoria e libertà, per fare di Milano, attraverso la Casa della Memoria, una città di riferimento per tutti gli uomini liberi del nostro paese. L’obiettivo è quello di costruire non un memorabile, che musealizzi gli anni di piombo, ma un vero… Apri l’allegato pdf ... Continua a leggere »

Una «Casa della Memoria» perché il passato non ritorni

Perché il passato non ci pesi al collo come una macchina, né sia ridotto a strumento di lotta politica, clava da bandire contro gli avversari (come troppo spesso avviene, specie per gli anni Settanta), ma sia la radice profonda da cui trarre consapevolezza, una piattaforma verso il futuro. Fare memoria in chiave di…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il ... Continua a leggere »

Casa della Memoria conoscere il passato per condannare il Terrorismo

«Spesso in vita vidi quest’olmo ombroso/misurandone con l’occhio i rami generosi/[…]Adesso anch’io[…] vedo chiaro che i rami di un albero/ non sono più ampi delle radici», canta l’anima di Samuel il giardiniere nell’Antologia di Spoon River: Nellissima metafora di un rapporto fecondo con il passato: come l’albero trae nutrimento dalle…Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

La figlia di Tobagi: Milano senza memoria

«Fin da subito abbiamo voluto coinvolgere, ricambiati, Comune e Provincia», dice Benedetta Tobagi «anche per fare una cosa bipartisan». Ora, un anno dopo, bipartisan è stato il dimenticarsi, il passare oltre, il far finta di niente, l’ignorare: sia il Comune sia la Provincia avevano… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Vittime del Terrorismo Benedetta Tobagi: la Casa si farà anche senza il Comune

Promette Letizia Moratti che «entro gennaio» convocherà «tutte le associazioni coinvolte per proporre la soluzione». Sostiene il Partito democratico che il sindaco avrebbe dovuto pensarci prima: «è un anno  che aspettiamo». Nel dicembre 2007 il consiglio comunale approva il bilancio con 80 mila euro stanziati per la… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

«Casa della Memoria anche senza il Comune»

Il capogruppo del Pd, Pierfrancesco Majorino, domanda dove siamo finiti quei soldi e se qualcuno per caso li abbia già utilizzati per altre finalità, si sa mai. La Moratti ha tranquilizzato: «Milano non disperderà la memoria di Tobagi». E il presidente… Apri l’allegato pdf per continuare a leggere il contenuto Continua a leggere »

Moretti-Giordana, confronto sulle Br

Torino — La meglio gioventù di Torino si riunisce all’incontro tra Nanni Moretti e Marco Tullio Giordana, che parla del suo esordio al cinema, Maledetti vi amerò, film dell’80 sul comunista (Flavio Bucci) che si ferma a un passo dalle Br e che tornato in Italia dopo cinque anni, ciondola senza lavoro e non capisce più come stanno le cose. ... Continua a leggere »

Io l’infame. La mia storia da terrorista pentito

IoLInfame

Io l’infame. La mia storia da terrorista pentito di Peci Patrizio Scegliendo di diventare il primo terrorista dissociato della storia italiana. Patrizio Peci diede uno scossone micidiale alle Brigate Rosse. Quando poi qualche anno più tardi – uscì questo libro, le seppellì definitivamente sotto i colpi mortali della descrizione cruda, reale, farsesca e irrimediabilmente tragica della quotidianità della lotta armata. ... Continua a leggere »

La sottile linea nera
Neofascismo e servizi segreti da Piazza Fontana a Piazza della Loggia

sottileLineaNera

La sottile linea nera. Neofascismo e servizi segreti da Piazza Fontana a Piazza della Loggia di Mimmo Franzinelli, Ed. Rizzoli Chi c’era dietro le bombe di Piazza Fontana e Piazza della Loggia? Perchè i responsabili sono stati assolti? E chi li ha coperti? Un ritratto storico innovativo dell’intreccio tra eversione neofascista e apparati istituzionali nella stagione delle trame nere e ... Continua a leggere »