sabato , 24 febbraio 2018
Ultime News
Home » Notizie » 20 marzo 2014 prima udienza per i responsabili della morte di Domenico Bornazzini

20 marzo 2014 prima udienza per i responsabili della morte di Domenico Bornazzini

MILANO – Il prossimo 20 marzo avrà luogo la prima udienza per l’istanza di dichiarazione di ”morte presunta” di uno dei terroristi di Prima Linea, responsabili della morte di Domenico Bornazzini, Carlo Lombardi e Pierantonio Magri Il prossimo 20 marzo si terrà la prima udienza del procedimento relativo all’istanza di dichiarazione di morte presunta presentata lo scorso aprile dalla famiglia del latitante di Maurizio Baldasseroni, condannato per la ”Strage di Porta Romana”, compiuta il 1 dicembre del 1978 in via Adige a Milano ad opera di alcuni simpatizzanti di Prima Linea (per saperne di più: LEGGI). Le famiglie di Domenico Bornazzini e Pierantonio Magri (con Carlo Lombardi due delle tre vittime dell’agguato) saranno rappresentate dal Prof. Avv. Mauro Paladini. Mercoledì 26 marzo, intanto, il Comune di Milano intitolerà il giardino di Piazza Bruno Buozzi ai caduti di Via Adige, la via dove avvenne l’attentato. La cerimonia d’intitolazione concluderà il ”Percorso della Memoria” voluto dal Comune di Milano insieme alla Sezione Lombardia dell’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo, per onorare tutti i caduti nella città di Milano e in Lombardia durante gli ”anni di piombo”. Nel 2007 Domenico Bornazzini è stato inserito a pieno titolo dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nella pubblicazione voluta dal Quirinale per onorare tutti i caduti e, lo scorso 9 maggio è stato ricordato, nel trentacinquesimo anniversario della sua uccisione, dallo stesso Presidente in occasione della celebrazione che si è tenuta nell’aula del Senato della Repubblica. ”Considero la cerimonia che si terrà il prossimo 26 marzo – afferma Debora Bornazzini, figlia di Domenico – il risultato più alto tra quelli ottenuti fino ad oggi, grazie al complesso percorso di ricostruzione e riconciliazione che ho intrapreso e grazie al costante e intenso impegno profuso, in questi ultimi nove anni, per restituire a mio padre l’onore della memoria e la dignità a lui dovuti. La cerimonia si svolgerà alla presenza del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia”.

Fabrizio Giusti Il Mamilio