lunedì , 22 ottobre 2018
Ultime News
Home » 1980

Archivi annuali: 1980

Un dialogo aperto alla città negli obiettivi del Perini

Il primo aprile scorso un commando delle BR si presentò nella sezione delta DC di via Mottarone. Un lavoro «tranquillo», nello stile dei brigatisti, un’aggressione a uomini inermi riuniti in assemblea. Quattro dei presenti furono isolati dagli altri e trascinati in un angolo del locale: qui avvenne la «gambizzazione». Tra le vittime c’era anche Antonio Iosa, presidente del circolo culturale Perini. ... Continua a leggere »

«Abbiamo visto la morte, non fuggiamo nel privato»

A sparare contro i dirigenti della Falck, Manfredo Mazzanti, e della Ercole Marelli, Renato Briano, è stata una colonna milanese delle BR, quella «Walter Alasia» che, nell’aprile scorso «firmò» l’irruzione nella sede Dc di via Mottarone, e la gambizzazione di 4 militanti del partito di maggioranza. Un collegamento fra quella irritazione e gli ultimi due omicidi è stato sottolineato dalla stessa busta, ... Continua a leggere »

Il poliziotto ucciso alla Barona ha indagato sul caso Torregiani

Abbiamo l’impressione che la encomiabile decisione della Magistratura di procedere finalmente senza più riserve nella lotta al terrorismo, colpendo non soltanto gli esecutori degli attentai, ma anche gli ideologi e i fiancheggiatori, stia scatenando da parte delle forze eversive ma reazione selvaggia. La cosa è comprensibile. Fino quindici giorni fa, i profeti della rivoluzione potevano seguire una loro strategia e ... Continua a leggere »

Le pare, signor sindaco, che questa Milano funzioni?

Casa, lavoro, energia, verde, lavoro, emarginazione e ordine pubblico. Questi i temi loccati dal sindaco Carlo Tognoli illustrando i programmi della nuova giunta comunale. Criterio di ispirazione: un governo metropolitano in un’ottica comprensoriale, “per decongestionare una città industrialmente satura che va verso un’automatizzazione crescente e necessita di un terziario sempre più selezionato”. Una metropoli, dunque, in linea con lo standard ... Continua a leggere »

Dannoso il preambolo Urge una politica di collaborazione

Era la sera del primo aprile. In città si cominciava già a respirare aria di elezioni. In via Mottarone, tra il ponte della Ghisolfa e la Bovisa, c’è la sezione democristiana «Luigi Perazzoli». Dentro, una trentina di militanti dc. Per le venti era stata convocata un’assemblea di Iscritti in vista dell’8 giugno. Tra i presenti, il vicepresidente nazionale dei GIP (Gruppo ... Continua a leggere »

«Lasciar stare? No Voglio riprendere»

(G.Lu.) «Amici e parenti me lo continuano a dire: lascia stare tutto, chi te lo fa fare? Importante è guarire. Ma io ho intenzione di riprendere. A settembre spero di tornare al circolo Perini per organizzare un dibattito sui giovani. Inviterò Franco Alasia, padre di Walter. Discuteremo insieme sui problemi del terrorismo». A tre mesi dall’attentato di via Mottarone, Antonio Iosa, ... Continua a leggere »

Josa è tornato nella sua casa

Antonio Josa, uno dei quattro gambizzati dalle Brigate Rosse durante l’incursione nella sezione dc di via Mottarone il 1° aprile scorso, è rientrato ieri a Milano, ma solo per una breve visita, prima di essere trasferito all’ospedale Feltrinelli di Gargnano per un periodo di riabilitazione degli arti inferiori martoriati dai proiettili. Josa per oltre due mesi è rimasto inchiodato su ... Continua a leggere »

Il DC vittima delle BR milanesi lascia domani il nostro ospedale

Antonio Josa, il democristano ferito dalle Brigate Rosse lo scorso 1 aprile (e con lui l’on. Tedeschi e altre due persone), lascia domani l’ospedale di Brescia. Viene dimesso dal reparto di traumatologia, dopo quasi tre mesi di degenza. Le sue condizioni generali sono buone, pur se non potrà completamente riacquistare l’uso degli altri offesi dalle pallottole dei brigatisti. Antonio Josa, ... Continua a leggere »

Dopo una seconda operazione migliora il DC ferito dalle BR

Antonio Josa, 47 anni, dipendente del Comune di Milano, iscritto alla DC, ferito alle gambe dalle BR assieme ad altri tre esponenti democristiani milanesi la sera del primo aprile e ricoverato al Civile qualche giorno dopo (nel reparto diretto dal prof. Brunelli), sta decisamente meglio. Anche il morale, se non è proprio alle stelle, si è notevolmente alzato: appena giunto ... Continua a leggere »

Vigliaccamente feriti dai brigatisti rossi a Milano

Antonio Josa, ferito vilmente alle gambe dalle BR a Milano la sera del 1° aprile, con gli amici Nadir Tedeschi , Eros Robbiani ed Emilio De Buono è stato operato al Civile di Brescia dal prof. Brunelli. Una delegazione di dirigenti provinciali del partito ha fatto visita all’amico Josa, esprimendogli la più viva solidarietà e l’augurio sincero di una pronta ... Continua a leggere »